100.000 salvato da morire di tubercolosi

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Durante i suoi studi di dottorato è diventata presidente dell'Unione internazionale contro la tubercolosi e malattie polmonari come il primo africano e il primo presidente dal sud del mondo. Durante la sua presidenza del Consiglio si trasferì con il modello puntini per altri problemi polmonari sanità pubblica - uno dei molti altri successi.

Uno dei problemi - e questo vale per molti paesi - è che richiede troppo tempo per diagnosticare la tubercolosi.




"Il ritardo nella diagnosi è considerevole, indipendentemente dal fatto che le persone chiedono aiuto medico in Sudan, Etiopia o in un paese occidentale come la Norvegia. Anche se una persona può già trasmettere l'infezione, quando la tosse comincia, ci vogliono in media due mesi per la diagnosi corretta da effettuare. E poi due settimane dopo l'inizio del trattamento per il rischio di infettare altri a passare, "il professor Bjune sottolinea, alla rivista di ricerca Apollon presso l'Università di Oslo in Norvegia.

Peggiore per i poveri

La tubercolosi è un'infezione aerea e colpisce più frequentemente le persone povere. Il rischio di infezione è più alto nelle case angusti con poca ventilazione. Senza trattamento la metà di quelli die infetti - la maggior parte di età compresa tra 30 ei 50 anni.

Negli anni novanta, tra 20.000 e 27.000 migliaia di casi di tubercolosi sono stati rilevati annualmente in Sudan. Il picco è stato raggiunto nel 1999, quando molti erano stati finalmente trattati che meno sono stati infettati. Da allora la tendenza è diminuito, e il dato annuale è sceso a 16.500.

Un totale di 230.000 persone sono state trattate tra il 1991 e il 2005, quando il dottor Elsony lasciato il programma tubercolosi.

"Questo significa che sotto la sua leadership più di 100.000 persone sono state salvate dal programma tubercolosi Ma questa cifra possono essere moltiplicati per tre:. Quando gli adulti muoiono, molti dei loro bambini muoiono anche dalla povertà," il professore ci dice.

Centro Epidemia

C'è molto poco contatto tra 19 università del Sudan e il personale sanitario nelle comunità rurali.

"Così abbiamo davvero bisogno di un'istituzione che potesse coniugare la ricerca con la salute pubblica. Per saperne di più su come prevenire le epidemie necessari sia analisi statistiche e sostanziale contatto tra ambienti di ricerca e il personale sanitario nel campo," dice il Dott Elsony.

Tre anni fa ha fondato un "laboratorio epidemiologico" chiamato Epilab.

"E 'diventato il tanto atteso collegamento tra ricerca e assistenza sanitaria personale nei distretti rurali. L'obiettivo è quello di coprire tutto il campo in cui il servizio sanitario primario bisogno di sostegno alla ricerca. Se il personale sanitario cercano e non riescono, e basare solo i loro sforzi su linee guida, c'è il rischio di molti errori che si verificano ", il professor Bjune ci dice.

L'istituzione è stato il primo del suo genere in Africa. Hanno usato l'esperienza di lotta alla tubercolosi per compilare programmi di monitoraggio completi per l'HIV, la malaria, l'asma e la polmonite così come per le malattie derivanti da danni causati dal tabacco e inquinamento industriale.

Un problema nei paesi poveri è sotto-registrazione. Le analisi statistiche mostrano spesso più casi di tubercolosi tra gli uomini che tra le donne. Dal momento che gli uomini non siano infetti più facilmente rispetto alle donne, figure spesso significa che il servizio sanitario dà la priorità agli uomini.

"Quindi è importante studiare i dati di genere-dipendente per vedere se il sistema sanitario è in funzione. In Sudan le cifre sono le stesse per entrambi i sessi. I dati mostrano anche che altri bambini e gli anziani sono trattati rispetto al passato il caso, quali mezzi che il programma di salute raggiunge effettivamente le aree in cui le persone vivono, "Dott Elsony sottolinea.

Epilab si trova negli uffici angusti e affollati a Khartoum. Fino ad oggi sei studenti di Epilab hanno preso una laurea in salute della comunità presso l'Università di Oslo. Epilab collabora anche con altre 20 università di tutto il mondo. Gli studenti "ripagare" la loro educazione facendo lavoro non retribuito per Epilab.

HIV

HIV è diventata la malattia gemello di tubercolosi: le malattie attivano reciprocamente. I paesi più colpiti sono quelli con un alta incidenza di HIV, come l'Etiopia, Zambia, Malawi e Tanzania.

.. "Più della metà delle persone infette dal virus HIV muoiono di tubercolosi Quindi il controllo della tubercolosi è importante nelle zone infette da HIV Se l'intervento è fatto presto in una epidemia di HIV, la tubercolosi può essere controllato con molto piccoli mezzi - come risultato show di Dr Elsony, "il professore ci dice.

In Nord Sudan 3-4 per cento di coloro che vengono trattati per la tubercolosi die. Nei paesi con molti casi di HIV il tasso di mortalità corrispondente è dieci a venti per cento.

Test Semplice

Se tutti coloro che con la tosse dovevano essere esaminati per la tubercolosi, il servizio sanitario dovrebbe essere esteso oltre i suoi limiti. Meno di un decimo di coloro che sono esaminati hanno la tubercolosi bacilli nella loro espettorazione, cioè nel muco che tossisce.

Tra coloro che sono infettati, il dieci per cento di sviluppare la malattia. Alcuni di loro si ammalano solo dopo 30 o 40 anni. Non vi è quindi alcun punto nel trattamento di tutti coloro che sono infettati.

"In Norvegia tra 300.000 e 400.000 persone hanno tubercolosi latente. Non potranno beneficiare di cure mediche. Una distinzione deve essere fatta tra l'infezione latente e la malattia vera e propria. Quindi abbiamo bisogno di un semplice test in grado di identificare rapidamente chi ha bisogno di un esame approfondito per la tubercolosi ", il professor Bjune sottolinea.

L'obiettivo è quello di fare qualcosa di semplice come una striscia di carta che cambia colore se la persona esaminata è malata.

"E la prova deve essere così a buon mercato che i paesi in via di sviluppo possono permettersi di usarlo."

Asma Elsony recentemente visitato Oslo con un certo numero di ricercatori tubercolosi internazionali per chiedere fondi per sviluppare un test per la tubercolosi. Se il denaro si materializza, il test può essere pronto in tre o quattro anni.

La ricerca di un nuovo vaccino

Oggi tre su quattro bambini in Sudan sono vaccinati con il vaccino BCG. Il vaccino funziona solo sui bambini. Non esistono vaccini contro la tubercolosi per gli adulti.

BCG fornisce una protezione solo limitata. Nonostante sia vaccinati, i bambini possono contrarre un'infezione latente che si sviluppa quando raggiungono l'età adulta. Né BCG prevenire la diffusione dell'infezione. Molti ricercatori stanno lavorando sullo sviluppo di nuovi vaccini contro la malattia.

"Al fine di essere in grado di verificare se i nuovi vaccini funzionano abbiamo bisogno di nuovi test in grado di distinguere tra chi ha la tubercolosi e coloro che hanno sviluppato anticorpi attraverso la vaccinazione."

Gunnar Bjune e Asma Elsony stanno collaborando con una grande rete internazionale per scoprire che gli anticorpi di distinguere i malati dai sani.

Difficoltà politiche

Il lavoro di Asma Elsony è a volte stata ostacolata dal governo di Khartoum. Lei è molto preoccupata per i diritti umani e di assicurare che ognuno abbia la parità di trattamento - a prescindere dalla loro appartenenza politica, religiosa o sociale.

Nel periodo buio di dieci anni in Sudan, gli islamisti governato senza moderazione influenza. Volevano avere la loro stessa gente in posizioni chiave. Il marito di Dr Elsony trascorso sette anni in prigione per l'opposizione politica.

"Il governo spesso minacciato di sbarazzarsi di Asma Elsony e la sostituirà con un sì-uomo che era fedele al regime. Ma lei era così buoni risultati che nessuno osava sostituirla. Inoltre, attraverso l'Università di Oslo ha acquisito contatti internazionali che ha seguito i suoi progressi con cura ", il professor Bjune ci dice.

"A volte il governo ha fatto cose difficili da molestare persone provenienti Epilab. Ma il governo sta ora realizzando che Epilab sta aiutando, quindi non c'è stata alcuna opposizione negli ultimi anni", aggiunge il dottor Elsony.

Anche durante la guerra civile e il conflitto nel Darfur ha condotto il programma di tubercolosi in tutto il paese.

"Anche se era impossibile viaggiare da nord a sud, durante la guerra civile, ha risolto i problemi incontrando i lavoratori sanitari locali dal Sud Sudan e del Darfur in Etiopia, dove si sono scambiati risultati e le strategie discusse. E ha ottenuto farmaci nel paese, "Professor Bjune conferma.

(0)
(0)
Articolo precedente Altoparlanti Danza Water
Articolo successivo I vantaggi di Google Plus One

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha