200.000 pazienti trattati per arresto cardiaco ogni anno in ospedali degli Stati Uniti, spettacoli di studio

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Più di 200.000 persone sono trattati per arresto cardiaco in Stati Uniti ospedali ogni anno, un tasso che potrebbe essere in aumento. I risultati sono riportati in linea in Critical Care Medicine in una Università della Pennsylvania Perelman School of Medicine di studio guidato.

Anche se l'arresto cardiaco è conosciuto per essere un collaboratore principale di decessi in ospedale, non esistono obblighi di segnalazione uniformi in tutta la nazione, lasciando gli esperti precedentemente in grado di calcolare la sua reale incidenza e studiare le tendenze della mortalità da arresto cardiaco e le migliori pratiche nella cura rianimazione.

Gli autori, guidati da Raina M. Merchant, MD, MS, un assistente professore di medicina d'urgenza, utilizzati tre diversi approcci - coinvolgendo di ottenere con il dati linee guida, un registro volontario di eventi di rianimazione dell'ospedale -per stimare il totale della American Heart Association numero di arresti cardiaci trattati che si svolgono negli Stati Uniti ospedali ogni anno.




Mentre alcuni di questi eventi si verificano tra i pazienti malati terminali, gli autori suggeriscono che molti degli arresti cardiaci che catalogati può essere prevenuta attraverso un migliore monitoraggio dei pazienti, tempi di risposta più rapido per amministrare CPR e defibrillazione, e una migliore aderenza alle migliori pratiche di linee guida per la rianimazione. I pazienti che soffrono in ospedale arresti cardiaci sono più del doppio delle probabilità di sopravvivere rispetto a quelli che l'arresto in ambienti pubblici - 21 per cento sopravvivere a tornare a casa, rispetto a meno del 10 per cento dei pazienti con arresto cardiaco extra-ospedaliero - ma entrambe le aree suggeriscono le opportunità per migliorare e standardizzare la cura.

"Il nostro studio dimostra che l'arresto cardiaco rappresenta un problema enorme per gli ospedali negli Stati Uniti", dice Merchant. "Fino ad ora, abbiamo potuto solo immaginare su come molti pazienti erano affetti questi eventi. E 'impossibile fare miglioramenti in qualcosa che non possiamo misurare. Questi numeri finalmente ci forniscono una tabella di marcia per migliorare l'allocazione delle risorse per la cura di questi pazienti critici e approfondire il nostro studio di modi per identificare i pazienti che sono a rischio di arresto cardiaco in ospedale e migliorare la sopravvivenza ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha