3-D mapping biopsia trova tre volte il cancro alla prostata di biopsia eco-guidata

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Ci sono tre principali ragioni eseguiamo queste biopsie di mappatura 3D nella clinica: prima, un uomo può avere l'aumento del PSA, nonostante una serie di biopsie negative e così vuole un parere più dettagliato, in secondo luogo, un uomo può preferire rassicurazione aggiuntivo che guarda e aspetta piuttosto che il trattamento è il miglior modo di agire, e la terza, un uomo può perseguire la terapia focale in cui solo le sezioni cancerose della prostata vengono rimossi e quindi hanno bisogno di informazioni precise sulla posizione del suo cancro ", dice Al Barqawi, MD, ricercatore al CU Cancer Center, professore associato presso la Facoltà di Medicina CU, e senior autore della carta. Barqawi è un precursore della tecnica biopsia mappatura 3D, in cui le biopsie sono prese 5 millimetri parte di tutti gli assi x, yez di una griglia tridimensionale attraverso la prostata, e ha eseguito oltre 600 delle procedure.

L'attuale studio ha arruolato 161 uomini con un'età media di 61,6 anni, che era stato diagnosticato un cancro alla prostata a basso palco da biopsia ecoguidata. Lo studio effettuato biopsie di mappatura 3D a una media di 192 giorni dopo il primo e il confronto dei risultati. Nel complesso, la biopsia eco-guidata ha trovato una media di 1,38 zone tumorali per paziente, mentre la biopsia mappatura 3D trovato quasi tre volte il numero di zone positivi, a 3,33 per paziente.




I risultati di follow-up dello studio di mappatura 3D comportato l'aggiornamento della gravità di molti di questi tumori apparentemente di basso grado. In particolare, dopo la prima biopsia, il 7,5 per cento dei pazienti era stato classificato Gleason 7 - il grado più basso al quale il trattamento è considerato "medio rischio", e per i quali il trattamento è un'opzione ragionevole - e dopo la seconda biopsia la percentuale maggiore di venticinque . Dopo la prima biopsia, nessun paziente era stato segnato sopra Gleason 7, e dopo la mappatura 3D biopsia, 4 per cento sono stati trovati ad avere Gleason 8, e il 2 per cento aveva Gleason 9.

"Ma sapevamo già che la mappatura 3D era probabile aggiornare il punteggio Gleason di un cancro alla prostata", spiega Barqawi. "Quello che speravamo di scoprire in questo studio è esattamente dove il cancro è mancato da biopsia ecoguidata."

Di questi 161 casi totali, il cancro è stato trovato nella sezione di sinistra a metà della prostata 62 volte dopo che era stata persa da biopsia ecoguidata. Allo stesso modo, la mappatura 3D trovato 62 tumori non dichiarate nella sezione di destra-mid e 41 tumori rilevati nella zona di sinistra-apice.

"Questo studio si aggiunge alla nostra conoscenza dell'interfaccia e usi migliori di queste due tecniche. I costi e l'invasività delle 3d mapping biopsia rendono inadeguato per lo screening, ma il nostro messaggio è che con la conferma o forte sospetto di cancro, 3D offre la mappatura della biopsia una valutazione più accurata della posizione, la fase e il rischio ", dice Barqawi.

(0)
(0)
Articolo precedente Diversi tipi di VPN

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha