3T MRI porta ad una migliore diagnosi di epilessia focale, studio suggerisce

Agosto 24, 2015 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

3T MRI è meglio a individuare e caratterizzare le anomalie strutturali del cervello in pazienti con epilessia focale di 1.5T MRI, portando ad una migliore diagnosi e il trattamento sicuro dei pazienti, secondo un recente studio condotto presso l'Oregon Health and Science University di Portland, OR.

"I pazienti con epilessia focale hanno crisi ricorrenti che derivano da una specifica area del cervello, di solito a causa di una anomalia cerebrale strutturale", ha detto Bronwyn E. Hamilton, MD, autore senior dello studio.

3T MRI rilevato 65 dei 74 casi, rispetto al 55 di 74 casi accertati 1.5T MRI; lesioni sono state accuratamente caratterizzati in 63 su 74 casi con 3T MRI, rispetto al 51 di 74 casi utilizzando 1.5T MRI. "Rilevamento si riferisce a lesioni che sono stati trovati e caratterizzazione si riferisce alla precisione con cui siamo stati in grado di determinare quale tipo di anomalia della lesione è stato, ad esempio tumore rispetto a malformazione vascolare congenita malformazione contro", ha detto il dottor Hamilton.




L'epilessia è una malattia con gravi conseguenze per i pazienti e per la società. Chirurgia offre la possibilità di cura a lungo termine nei pazienti, ma "la chirurgia può essere eseguita solo in pazienti che hanno una specifica anomalia strutturale del cervello che viene rilevato in uno studio di imaging (solitamente MRI); dato che le compagnie di assicurazione non possono pagare per un secondo scansione, è preferibile ottenere un 3T MRI primo go round ", ha detto il dottor Hamilton.

"Io, e la maggior parte dei miei colleghi di radiologia, in collaborazione con i neurologi specializzati in epilessia presso il nostro istituto, sento che un paziente con epilessia focale non è completamente valutata senza 3T MRI, e pazienti vi-immagine ri previa negativo 1.5T MRI per sentirsi più certo un'anomalia non è stato perso. Abbiamo avuto un numero di pazienti che erano andati non diagnosticata con precedenti scansioni MRI negativi che in seguito sottoposti a 3T MRI presso il nostro istituto che sia descritto un anomalia cerebrale strutturale o meglio caratterizzati per la chirurgo, "ha detto il dottor Hamilton.

Questo studio appare nel numero di settembre della American Journal of Roentgenology.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha