759.000 bambini con asma Endure lacune nella Insurance Ogni Anno

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ogni anno, 759 mila bambini con asma potrebbe essere a rischio di un grave attacco d'asma, mentre non hanno assicurazione sanitaria. Circa il 30 per cento di queste famiglie guadagna più del 200 per cento del livello federale di povertà, mettendoli al di sopra della soglia per il programma di assicurazione sanitaria dello Stato dei bambini in molti stati.

"Troppi bambini con questa condizione cronica sono senza assicurazione a un certo punto durante l'anno", ha detto Jill Halterman, MD, MPH, professore associato di Pediatria presso l'Università di Rochester e autore dello studio che appare in Ambulatorio Pediatria oggi. "Questi bambini hanno bisogno di avere un trattamento in corso da un fornitore di cure primarie per evitare gravi complicazioni di salute. Senza di che, sono ad aumentato rischio di sintomi in corso e anche il ricovero ospedaliero."

Circa il 13 per cento dei bambini con asma erano senza assicurazione a un certo punto durante l'anno. Che include 2 per cento - o 114.000 bambini - che erano assicurati per l'intero esercizio. Quegli stessi bambini erano 14 volte più probabilità di avere avuto un bisogno insoddisfatto di farmaci rispetto ai bambini con assicurazioni private. Anche coloro che ha guadagnato l'assicurazione dal momento dell'indagine erano sei volte più probabilità di avere perso su farmaci necessari.




Lo studio, che è un'analisi dei dati del National Survey of Salute dei bambini (condotto dal Center for National Center Disease Control for Health Statistics tra il gennaio 2003 e il luglio 2004), ha anche dimostrato che molti bambini con asma non stavano vedendo un medico regolare abbastanza spesso. Quasi un terzo dei genitori di bambini non assicurati detto che non avevano personale medico di assistenza primaria per il loro bambino. Più di un terzo dei genitori di bambini che avevano perso l'assicurazione e circa la metà dei genitori di bambini senza assicurazione per un anno intero, ha detto il loro bambino non aveva mai visto un medico personale per la cura preventiva nel corso dell'anno passato.

"I bambini sani dovrebbero consultare un medico per la cura preventiva, almeno una volta l'anno. I bambini con asma hanno bisogno di cure ancora più coerente per prevenire attacchi di asma e altre malattie correlate. No anno dovrebbe passare per un bambino con asma senza almeno uno, se non più, visite al loro medico regolarmente ad aggiornare i piani di trattamento e di affrontare le questioni di salute in corso ", ha detto Halterman. "Noi, come i medici, sono le linee guida molto chiare su come gestire efficacemente i sintomi dell'asma di un bambino, ma non possiamo aiutare questi bambini, se non li vediamo."

Non sono state riscontrate differenze tra i bambini con assicurazione privata e pubblica, quando si trattava di bisogni insoddisfatti, discontinuità nelle cure o poco accessibili. Questo suggerisce che la coerenza di copertura per i bambini con asma è più importante fonte di assicurazione. Recenti studi condotti dall'Università di Rochester Medical Center hanno dimostrato che fornire l'assicurazione per i bambini con asma attraverso l'Health Insurance Program Stato bambini (Schip) riduce le loro esigenze non soddisfatte e riduce le disparità razziali in accesso alle cure.

"Nessun bambino, in particolare uno con una condizione di salute cronici come l'asma, dovrebbe andare senza assistenza sanitaria a causa delle situazioni su cui non hanno alcun controllo. Costi di assicurazione molto da comprare, e molte persone non possono ottenere approvato a causa di problemi di salute del passato . Ci saranno sempre le famiglie che guadagnano troppo per qualificarsi per l'assicurazione privata ma troppo poco per permettersi un'assicurazione privata E 'difficile vedere i bambini soffrono di condizioni come l'asma, dove sappiamo cosa fare e sappiamo che aiuta -. basta perché non possono ottenere l'assicurazione sanitaria. " ha detto Laura Shone, Ph.D., MPH, assistente professore di pediatria presso l'Università di Rochester Medical Center e autore di questo studio e molti altri in materia di accesso dei bambini alle cure.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha