A lungo termine Benefit Of Carotid Stenting Come alternativa alla chirurgia Indicato In Nuovo studio

Giugno 12, 2015 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Carotide stenting è un'opzione efficace per i pazienti ad alto rischio che non sono eleggibili per la chirurgia, secondo uno studio a lungo termine pubblicato in questa settimana di New England Journal of Medicine. Malattia carotidea, che comporta intasamento delle arterie del collo che forniscono sangue al cervello, è un fattore di rischio significativo per l'ictus, rendendo questi risultati dello studio importante per la stima 200.000 americani ogni anno, che altrimenti non sarebbero candidati per il trattamento.

Lo studio ha mostrato SAPPHIRE pazienti sottoposti a stenting carotideo sono stati relativamente protetti da ictus, attacco cardiaco, la morte, e le procedure di rivascolarizzazione ripetere come i pazienti che hanno subito l'approccio chirurgico tradizionale (endoarteriectomia). SAPPHIRE è il primo e più lungo (tre anni) randomizzati studio per confrontare la sicurezza e l'efficacia di stenting carotideo con protezione embolica alla chirurgia nei pazienti ad alto rischio. I pazienti ad alto rischio sono considerati ad aumentato rischio di un intervento chirurgico a causa di una precedente chirurgia carotidea, radiazione al collo, insufficienza cardiaca cronica, malattia polmonare o grave malattia coronarica, tra gli altri criteri.

La Society for Cardiovascular angiografia e interventi (SCAI), società leader a livello mondiale di cardiologia interventistica, è incoraggiato da questi dati positivi. I risultati sono in linea con i dati SAPPHIRE un anno e le conclusioni eco di altri studi non randomizzati che supportano l'utilizzo di stenting carotideo, soprattutto nei pazienti con malattie multiple.




"Questo è più una buona notizia per i pazienti che altrimenti potrebbero non avere opzioni di trattamento", ha detto il dottor Bonnie Weiner, presidente della Society for Cardiovascular angiografia e interventi. "Stenting dell'arteria carotide è un modo sicuro efficace per aiutare i pazienti a evitare debilitanti e colpi potenzialmente fatali. Siamo fiduciosi che questa notizia contribuirà a spianare la strada per l'uso esteso di questa procedura."

Carotide Stenting

Carotide stenting è un non-chirurgica, Procedura percutanea in cui un piccolo tubo di plastica chiamato catetere viene inserito attraverso un'arteria della gamba e filettato per il blocco nel collo. Un filo sottile (filo guida), che ha un dispositivo di filtro pieghevole ad ombrello attaccato alla sua estremità, è avanzato passato il blocco. L'ombrello si apre e funge da filtro per il sangue che scorre al cervello, impedendo il passaggio di particelle al cervello e causare ictus, mentre aprendo il blocco e l'inserimento di un piccolo tubo di maglia chiamato stent. L'arteria bloccata viene dilatato gonfiando un palloncino, che spinge la placca nell'arteria contro le sue pareti e rende modo per lo stent, che viene inserita per prop aperta l'arteria. Una volta che lo stent è in posizione, il filtro ombrello è rimosso.

SAPPHIRE

SAPPHIRE, un multi-centro, prospettico, randomizzato, ha valutato la sicurezza e le prestazioni del Cordis Precise® Nitinol Stent e AngioGuard® Emboli Capture Guidewire, rispetto alla chirurgia, in 334 pazienti con stenosi carotidea. Il principale endpoint secondari pre-specificati a tre anni era un composito di morte, ictus, o infarto miocardico entro 30 giorni dopo la procedura o la morte o ictus ipsilaterale (che si verificano sullo stesso lato) tra i 31 giorni e tre anni.

A tre anni, erano disponibili per 260 pazienti, 85,6 per cento dei pazienti (143 su 167) nel gruppo stenting e 70,1 per cento dei pazienti (117 su 167) nel gruppo di chirurgia di dati. Il principale endpoint secondari pre-specificati si è verificato in 41 dei 167 pazienti sottoposti a stenting (incidenza cumulativa, 24,6 per cento) e in 45 su 167 pazienti sottoposti endoarterectomia (incidenza cumulativa, 26,9 per cento). Non c'era significatività statistica tra questi gruppi. Rivascolarizzazione del vaso bersaglio (una procedura per riaprire le arterie bloccate) era infrequente in entrambi i gruppi.

Anche se questo rapporto è specifico per i prodotti di cui sopra, è coerente con i risultati di registri che utilizzano altri dispositivi simili. Questo sostiene il ruolo globale di stenting carotideo in questa popolazione di pazienti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha