ACE inibitori per PAD può migliorare a piedi senza dolore

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tra i pazienti con malattia arteriosa periferica e claudicatio intermittente (dolore al polpaccio che va e viene, di solito sentito mentre si cammina), 24 settimane di trattamento con l'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) ramipril è stato associato ad un miglioramento nel dolore-libera e massima i tempi e l'aspetto salute fisica della qualità della vita camminare, secondo uno studio che appare nel numero di febbraio 6 del JAMA.

"Circa 27 milioni di persone in Europa e Nord America hanno arteriopatia periferica (PAD). Claudicatio intermittente si verifica in circa un terzo dei pazienti con PAD e tipicamente presenta come dolore all'interno di gruppi muscolari delle gambe che si verifica durante la deambulazione, ma è alleviato dal riposo. Pazienti con claudicatio intermittente avere una significativa compromissione della funzione ambulatoriale, con conseguente disabilità funzionale e significativa limitazione stile di vita. Il trattamento di questi pazienti è volta a ridurre il rischio cardiovascolare, aumentando le prestazioni funzionali, e migliorare la qualità della salute di vita correlata, "secondo informazioni in questo articolo. Trattamenti farmacologici attuali per migliorare passi hanno efficacia limitata. Uno studio pilota con ramipril ha mostrato risultati promettenti. Tuttavia, tale processo era piccola ei risultati sono stati limitati ad un sottogruppo di pazienti che compongono circa la metà di tutti i pazienti con claudicatio.

Anna A. Ahimastos, Ph.D., del Cuore e Diabetes Institute Baker IDI, Melbourne, in Australia, e colleghi hanno condotto uno studio per esaminare l'associazione della terapia ramipril, a pochi passi e la salute connessi qualità della vita, rispetto al placebo in una più grande, la popolazione più generale PAD. Il trial randomizzato, controllato con placebo includeva 212 pazienti con malattia periferica arteriosa (età media, 65,5 anni), avviato nel maggio 2008 e completato nel mese di agosto 2011. I pazienti sono stati randomizzati a ricevere 10 mg/die di ramipril (n = 106) o di corrispondenza per 24 settimane placebo (n = 106). Le misure di esito primarie per lo studio sono stati tempi massimi e senza dolore a piedi, come registrato durante un test treadmill standard. The Walking Impairment Questionnaire (WIQ) e Short-Form 36 Health Survey (SF-36) sono stati utilizzati per valutare la capacità di camminare e la qualità della vita, rispettivamente.




I ricercatori hanno scoperto che, rispetto al placebo, ramipril è stato associato con un 75 secondi aumento del tempo medio senza dolore a piedi e un 255-secondo aumento in tempo massimo a piedi (a 77 per cento e 123 per cento di aumento in indolore e tempi massimi di piedi , rispettivamente). Rispetto al placebo, il ramipril è stato anche associato a miglioramenti nei punteggi WIQ (distanza media, punteggio velocità e salire le scale) e la SF-36 Physical Component Summary mediana punteggio complessivo.

"L'aumento dei punteggi WIQ suggerisce che ramipril migliora la capacità percepita paziente di svolgere le normali attività quotidiane. La terapia Ramipril è stato anche associato a moderato miglioramento nella componente salute fisica del punteggio SF-36. È importante sottolineare che queste associazioni sono aggiuntivi rispetto a quelli ottenuti con gestione clinica standard da un medico generico o uno specialista vascolare. Ulteriori benefici può essere perseguito attraverso l'adesione alle raccomandazioni di stile di vita, tra cui la cessazione del fumo ed esercizio fisico regolare, così come più aggressiva gestione medica dei fattori di rischio cardiovascolare, "scrivono gli autori.

"A nostra conoscenza, questo è il primo studio randomizzato adeguatamente alimentato dimostrando che il trattamento con ramipril è associato ad una migliore treadmill performance in pazienti con PAD."

Editoriale: Farmaci per il miglioramento delle prestazioni in Walking malattia delle arterie periferiche - Ancora Miles to Go

Mary McGrae McDermott, MD, della Northwestern University Feinberg School of Medicine, Chicago, (anche Contributing Editor, JAMA) commenta i risultati di questo studio in un editoriale di accompagnamento.

"Un recente rapporto dello studio carico di malattia globale concluso che carico di malattia globale continua a spostarsi dalle trasmissibili malattie non trasmissibili e dalla morte prematura a maggiori anni vissuti con disabilità. Sono necessarie nuove terapie per migliorare la mobilità e ridurre la disabilità tra gli uomini e le donne che vivono con PAD e altre malattie croniche. Sono necessari ulteriori studi per confermare i risultati riportati da Ahimastos et al e per determinare se la terapia ramipril e altri ACE-inibitori migliorano camminando performance in etnicamente diverse popolazioni. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha