Aching Back? Colesterolo farmaci potrebbe aiutare

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio rileva che l'uso di statine può essere utile nel trattamento per degenerativa del disco. Il mal di schiena, un segno distintivo della malattia degenerativa del disco, invia milioni di persone con il loro medico. In realtà, oltre l'80 per cento dei pazienti che si sottopongono a chirurgia spinale farlo a causa della degenerazione del disco. E parte la risposta può essere il più vicino armadietto dei medicinali di un paziente.

Nella loro ricerca per scoprire modi per fermare o invertire la malattia degenerativa del disco, i ricercatori ortopediche sono state rimuovendo tessuto discale da pazienti che stanno avendo chirurgia spinale e l'estrazione di cellule da quel tessuto per la coltivazione in vitro (un ambiente controllato al di fuori di un organismo vivente). Essi poi trasferire le cellule nel paziente. Shu-Hua Yang, MD, PhD, è parte di un gruppo di ricerca di Taiwan che ha scoperto che lovastatina, un farmaco per abbassare il colesterolo, aiuta la differenziazione delle cellule del disco in vitro.

Dr. Yang, che è a capo del dipartimento di ortopedia alla National Taiwan University Hospital, Yun-Lin-Branch, presenta i risultati del gruppo nel poster "Lovastatina Aiuta Re-differenziazione delle cellule umane Nucleo polposo Durante monostrato Expansion" durante il 55 ° Riunione annuale della Orthopaedic Research Society, 22-25 febbraio 2009, a Las Vegas. Dr. Yang presenta anche i risultati di uno studio correlato, "Influenze di età degenerazione sul potenziale rigenerativo delle cellule umane del nucleo polposo," alla stessa riunione. I due studi rivelano i risultati di un team di ricercatori della National Taiwan University Hospital.




In uno studio, i ricercatori hanno rimosso tessuti nucleo polposo di sei pazienti umani. (Nucleo polposo è la sostanza gelatinosa nel mezzo del disco vertebrale.) I pazienti, età da 23 a 29, sono stati sottoposti a intervento chirurgico per ernia dischi lombari. I ricercatori hanno poi isolato le cellule del nucleo polposo e infine aggiunti Lovastatina, sperando di ottimizzare le proprietà dei tessuti rigenerativi. Speravano di massimizzare l'espressione di collagene II e minimizzare l'espressione di collagene I, due proteine ​​coinvolte nel facilitare la formazione ossea.

Hanno segnalato i seguenti risultati:

  • Dopo 72 ore, i ricercatori hanno scoperto che il numero di cellule del nucleo polposo era aumentato.
  • Lovastatina ha aumentato la sintesi di collagene II, una proteina che compone articolazioni mobili, e diminuito la sintesi di collagene I, una proteina che è legato alla fibrosi (formazione o lo sviluppo di un eccesso di tessuto connettivo fibroso).
  • Lovastatina aveva citotossicità (la qualità di essere tossica) sulle cellule nucleo polposo.

"Rigenerazione del tessuto nucleo polposo nella fase iniziale di degenerazione del disco intervertebrale può teoricamente ritardare o addirittura invertire il processo degenerativo e, eventualmente ritrovare un disco intervertebrale sano", afferma Dr Yang. "Sono necessari ulteriori studi per determinare le potenzialità delle statine per la rigenerazione e la riparazione dei disturbi degenerativa del disco."

In uno studio correlato, il dottor Yang ei suoi colleghi ricercatori hanno esaminato come l'età del paziente colpito l'idoneità del tessuto nucleo polposo per la rigenerazione.

Ricercatori rimosso il tessuto da due gruppi - i pazienti adolescenti (che sono stati sottoposti a intervento chirurgico per la scoliosi) e pazienti adulti (che sono stati sottoposti a intervento chirurgico per ernia del disco) - per scoprire come manipolare le cellule in modo più sano. I ricercatori hanno scoperto che il tessuto di pazienti più giovani è stata generalmente più adatto per la rigenerazione di tessuti di pazienti anziani.

Questi due studi rappresentano solo due dei più recenti progressi nel campo dell'ingegneria dei tessuti. Chirurghi della colonna vertebrale in un istituto tedesco stanno già utilizzando le cellule dai dischi di pazienti umani per il trapianto di cellule autologhe (cellule reimpianto indietro nello stesso individuo le cellule provenivano da). Altri studi pubblicati circa la degenerazione del disco hanno esaminato cellule animali, invece di cellule umane.

Malattia degenerativa del disco è una delle principali fonti di dolore alla schiena e al collo. Disc degenerazione è parte del normale invecchiamento della colonna vertebrale. In questa condizione, i dischi spinali (i pad cuscino-come tra le ossa) perdono la loro ammortizzazione. Quando questo accade, può causare dolore persistente nella parte bassa della schiena, gambe, collo o braccia. I trattamenti per il dolore possono includere farmaci e terapia fisica. A volte la chirurgia è necessaria se il dolore è grave e mantiene una persona di partecipare alle attività quotidiane.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha