Aerial studio spruzzo zanzara non trova rischi immediati per la salute pubblica

Maggio 20, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In quello che dicono i ricercatori è il primo studio di sanità pubblica della zanzara aerea metodo di spruzzare per evitare che il virus del Nilo occidentale, uno studio UC Davis ha analizzato grandi record di emergenza da Sacramento ospedali della zona durante e subito dopo le irrorazioni aeree nell'estate del 2005. I medici e gli scienziati da l'università e dal California Department of Public Health hanno trovato nessun aumento di diagnosi specifici che sono considerati più probabilità di essere associato con l'esposizione di pesticidi, tra cui respiratorio, gastrointestinale, la pelle, gli occhi e le condizioni neurologiche.

Lo studio appare nel numero di maggio-giugno 2013 di relazioni sulla sanità pubblica.

Questa settimana, i funzionari di controllo della zanzara detto temporali recenti della regione e le temperature di riscaldamento sono aumentate di acqua stagnante e condizioni favorevoli per le zanzare, che probabilmente amplificare l'incidenza del virus del Nilo occidentale e i rischi di trasmissione umana. La malattia trasmessa dalle zanzare è apparso in stato di circa 10 anni fa. E già è stato rilevato in uccelli morti e zanzare in almeno 10 contee nelle ultime settimane, tra cui Sacramento e Yolo. Tuttavia, la popolazione di zanzare adulta deve ancora aumentare fino a livelli che richiedono l'irrorazione aerea su aree fortemente urbanizzate come è stato fatto nella regione di Sacramento in anni precedenti.




"Purtroppo, il virus West Nile è endemica in California e negli Stati Uniti, e la polemica di gestione zanzara probabilmente verificarsi ogni estate", ha detto Estella Geraghty, professore associato di medicina interna clinica presso UC Davis e autore principale dello studio. "I risultati di studi come questo aiutano la salute pubblica e le agenzie di controllo delle zanzare comprendere meglio i rischi ei benefici delle loro pratiche."

Virus West Nile è diventato un problema sempre più grave negli Stati Uniti e può diventare più di una minaccia, come il clima si riscalda. Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, il virus West Nile è la principale causa di encefalite virale negli Stati Uniti. Il virus si trasmette agli esseri umani e gli animali attraverso il morso di una zanzara infetta. Le zanzare si infettano con il virus quando si nutrono di uccelli infetti.

In California intorno al periodo dello studio - 2004 e 2005 - centinaia di persone sono state nuove vittime di virus del Nilo occidentale e 48 morirono. La maggior parte delle persone esposte alla malattia non hanno sintomi, ma in circa 1-a-150 le persone che possono essere mortali o provocare effetti neurologici permanenti.

Lo studio ha valutato visite di pronto soccorso degli ospedali Sacramento County sulla giorni che i pesticidi sono stati spruzzati così come i tre giorni successivi a spruzzo. Spruzzare è stato fatto, nel nord di Sacramento su tre notti, e nel sud di Sacramento su quattro notti in agosto 2005. I dati sono stati confrontati con visite di pronto soccorso in altri giorni durante lo stesso periodo, nonché dalle zone vicine che non sono stati esposti a irrorazione aerea.

Visite al pronto soccorso sono stati classificati per specifiche categorie diagnostiche, tra cui respiratorio, gastrointestinale, la pelle, gli occhi e le malattie neurologiche. È importante sottolineare che, hanno scoperto che l'esposizione a irrorazione aerea non è stato associato ad un aumento dei tassi di visite al pronto soccorso per una di queste condizioni.

Più di 250.000 visite al pronto soccorso sono stati analizzati e stratificati per 785 codici diagnostici. Secondo Geraghty, perché c'erano così tanti punti di dati, statistica previsto che solo per caso, due condizioni sembrano essere avvenuto troppo spesso o troppo raramente. Infatti, è stato trovato un tipo di ernia addominale verificarsi più spesso rispetto al tasso di fondo durante il tempo di spruzzatura e morte e malattie dovute a cause insolite stata trovata a verificarsi meno frequentemente. Gli autori hanno concluso che, poiché queste condizioni non hanno conosciuto connessione biologica plausibile con l'irrorazione aerea, i risultati relativi a queste condizioni sono davvero probabile che si sono verificati per caso.

Gestione integrata zanzare - un metodo per il controllo delle zanzare attraverso interventi mirati basati sulla biologia delle zanzare che comprende la sorveglianza delle attività delle zanzare, riducendo siti di riproduzione come piscine trascurati, e l'uccisione di zanzare adulte e larvali - sono tutti utilizzati in California per controllare la diffusione di malattie trasmesse dalle zanzare come il virus del Nilo occidentale. Quando i metodi locali si rivelano inadeguate, l'irrorazione aerea sia utilizzato per ridurre rapidamente grandi popolazioni di zanzare adulte.

Durante il periodo dello studio, ultra-basso volume di piretrina insetticida è stato utilizzato per la nebulizzazione; la sostanza chimica è derivato da un atto chrysanthemumand africani bloccando segnali chimici agli incroci nervosi negli insetti. E 'lo stesso antiparassitario usato per trattare i pidocchi nei bambini e per uccidere le pulci e le zecche in animali domestici.

L'esposizione al pesticida è stato segnalato per presentare rischi per la salute umana, compresa la pelle e irritazione agli occhi, le vie respiratorie e disturbi gastrointestinali, letargia, stanchezza e vertigini. Secondo i ricercatori UC Davis, l'esposizione a piretrina durante le irrorazioni aeree urbane in 2005 è minima a causa dell'uso della tecnologia ultra basso volume. La copertura necessaria solo circa tre quarti di un grammo o meno della sostanza chimica per acro.

Geraghty avvertito che i potenziali effetti a lungo termine di irrorazione aerea non sono stati affrontati in studio e sarebbe estremamente difficile da indagare su popolazioni umane. Ha detto che sarebbe utile riprodurre lo studio per altri pesticidi e tecniche di irrorazione.

L'articolo è intitolato "Correlazione tra insetticidi irrorazione aerea di interrompere le visite di trasmissione del virus del Nilo occidentale e dipartimento di emergenza a Sacramento County, California." Altri autori sono Peter Franks e Helene Margolis della UC Davis Center for Policy Research Healthcare e, Anne Kjemtrup del California Department of Public Health, Guglielmo Reisen della Davis School di Medicina Veterinaria UC.

Lo studio è stato sostenuto in parte da una UC Davis, clinica e traslazionale Science Center K12 Career Development Award (sovvenzione # UL1 RR024146) dal NationalCenter per le risorse di ricerca del National Institutes of Health per l'autore principale, Geraghty.

Il Sacramento-Yolo Mosquito e Vector Control District forniti i dati irrorazione aerea.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha