Affrontare grande sfida per nuove modalità di consegna della droga

Marzo 12, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca condotta dal accademici presso l'Università di Lincoln, nel Regno Unito, potrebbe tradursi in nuovi trattamenti più efficaci di farmaci per il cancro alla prostata, la sclerosi multipla e la fibrosi cistica.

Attualmente solo il 15 per cento di proteine ​​bersaglio nelle cellule tumorali umane può essere 'mirata terapeutico', rendendo il restante 85 per cento di proteine ​​fuori della portata dei trattamenti tradizionali piccoli droga. Accademici stanno trovando nuove vie per fornire medicinali 'biologici' per queste cellule malate.

Dr Ishwar Singh, dalla Facoltà di Farmacia, Università di Lincoln, nel Regno Unito, sta cercando di sviluppare una piattaforma tecnologica per la consegna tumore-specifica di farmaci biologici - grandi molecola di droga a base di acidi nucleici, proteine ​​e peptidi con un effetto potente e altamente terapeutico .




Egli ha detto:.. "I grandi molecola di droga sono solo che - troppo grande per passare attraverso le cellule malate La sfida è quella di trovare un modo per fornire questi grandi molecole alle cellule cellule penetrante peptidi (CPP) sono noti per facilitare la consegna di farmaci biologici terapeutici nelle cellule bersaglio. CPP purtroppo attuali sono altamente tossici, che ha impedito il loro uso diffuso. L'obiettivo del nostro progetto è quello di sviluppare un metodo di consegna della droga non tossico che consente CPP passare selettivamente attraverso le membrane cellulari delle cellule tumorali, fornendo il farmaco al sito di destinazione senza causare tossicità.

"Nel lungo termine, saremo in grado di utilizzare questo approccio per trattare malattie come la sclerosi multipla, la fibrosi cistica e anche alcune forme di cancro che sono attualmente resistenti ai farmaci disponibili. Stiamo sviluppando una piattaforma tecnologica che potrebbe poi essere applicato a una serie di condizioni. "

Biologics differiscono da piccole molecole di droga, non solo in termini di dimensioni, ma anche nel modo in cui sono fatte, come si comportano, il loro modo di agire nel corpo e la loro idoneità per certe forme di droga.

Piccole molecole prodotte chimicamente sono i classici principi attivi e ancora costituiscono più del 90 per cento dei farmaci sul mercato oggi. Tuttavia, terapie a base di molecole di grandi dimensioni, come gli anticorpi, stanno diventando sempre più importanti.

Piccole molecole possono essere trasformati in compresse o capsule facilmente ingeribili. Quando la compressa si dissolve nel tratto gastrointestinale, il principio attivo disciolto viene assorbito nel flusso sanguigno attraverso la parete intestinale. Piccoli farmaci possono poi raggiungere il sito di azione nel corpo a causa della loro piccola dimensione. La loro piccola struttura e composizione chimica aiuta anche loro di penetrare le membrane cellulari.

Grandi farmaci molecola, che vengono creati dai processi biologici o sintetiche, sono costituiti da proteine, acidi nucleici, zuccheri o una combinazione complessa di tali sostanze, o possono essere entità come le cellule viventi. Consegna di queste terapie a siti bersaglio è dunque un processo più complesso.

Dr Singh si è aggiudicata un Royal Society Research Grant, che faciliterà la sua ricerca con il collega dott Driton Vllasaliu per il prossimo anno.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha