Agente anti-dolore restringe tumori del cavo orale, lascia i tessuti sani da solo

Giugno 4, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Modelli murini di cancro orale umano trattato con un agente chiamato capsazepine mostrato drammatica riduzione del tumore senza danneggiare i tessuti circostanti, i ricercatori della Scuola di Odontoiatria e Facoltà di Medicina presso l'Università del Texas Health Science Center a San Antonio trovati. La Health Science Center ha rivendicato la proprietà intellettuale sui risultati dello studio, che è descritto nella rivista Oncology orale.

Diagnosi tardiva, bassa sopravvivenza

Oral carcinoma a cellule squamose è l'ottavo più comune di cancro negli Stati Uniti con 40.000 nuovi casi e circa 8.000 decessi segnalati ogni anno. "Questi tumori si sviluppano principalmente sul lato della lingua", ha detto lo studio del primo autore Cara B. Gonzales, DDS, Ph.D., assistente professore di odontoiatria globale e un investigatore con il Cancer Therapy & Research Center presso l'Health Science Center UT a San Antonio. "Purtroppo, il 60 per cento dei pazienti ha tumori di grandi dimensioni prima di cercare aiuto, e il loro tasso di sopravvivenza a cinque anni è a partire da 30 per cento."




Blocker Dolore e altre proprietà

Capsazepine è stato sviluppato per bloccare TRPV1, un canale calcio presente nei neuroni-dolore sensing. Quando TRPV1 viene attivato, un "segnale di dolore" viene inviato al cervello. Capsazepine può ridurre il dolore da cancro orale perché blocca fattori tumore secreto dalla stimolante TRPV1 su questi neuroni. Dr. Gonzales scoperto che capsazepine ha anche attività anti-cancro che possono essere associati con la sua capacità di aumentare il danno ossidativo nei tumori. Stress ossidativo avanzato porta alla auto-distruzione delle cellule tumorali, i ricercatori teorizzano.

"Ecco la bellezza", ha detto il dottor Gonzales. "Capsazepine uccide selettivamente tumori, lasciando solo tessuti normali, e agisce anche sui neuroni per bloccare il dolore, una combinazione desiderabile in un potenziale farmaco."

Speranza per il futuro: la somministrazione sistemica

Finora solo somministrazione locale di capsazepine, direttamente nei tumori primari, è stato testato. Ma molti pazienti con cancro orale hanno una malattia che si è diffusa. "Vorremmo essere in grado di offrire questa terapia sistemica per colpire la malattia metastatica," ha detto il dottor Gonzales. "Il nostro laboratorio sta lavorando con il Centro per l'Innovazione in Drug Discovery, una partnership tra l'Health Science Center e UTSA, per sviluppare nuovi farmaci che sono simili a capsazepine con maggiore efficacia ai fini della somministrazione sistemica per il trattamento di tumori che sono inaccessibili al locale iniezione o che hanno metastatizzato. "

Pazienti a rischio

Randal A. Otto, MD, FACS, professore e presidente del Dipartimento di otorinolaringoiatria-Head & Neck Surgery presso la Scuola di Medicina, ha dichiarato: "Questi tumori, se individuati e trattati precocemente, sono sicuramente curabile Purtroppo, la maggior parte dei pazienti presenti con. malattia avanzata con il cancro che coinvolge strutture critiche. Ciò riduce notevolmente la possibilità di cura e aumenta notevolmente i rischi associati al trattamento. Tutto ciò che attacca selettivamente il tumore mentre non ferire i tessuti normali può solo aiutare il paziente. "

Ringraziamenti

Questo lavoro è supportato da American Cancer Society Mentored Research Scholar Concessione MRSG-11-061-01-PCSM e in parte da Clinical & Translational Science Award (CTSA) Sovvenzione UL1TR001120 e il National Cancer Institute di Grant P30 CA054174 al Cancer Therapy & Research Center presso il Centro di Salute Science UT a San Antonio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha