Aggiunta bavituximab alla seconda linea di chemioterapia raddoppia il tasso di risposta

Maggio 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Aggiunta l'anticorpo monoclonale bavituximab a docetaxel chemioterapia raddoppia il tasso di risposta globale e migliora la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale in fase avanzata non-squamoso, non a piccole cellule del polmone (NSCLC) NS-pazienti che hanno già ricevuto un precedente regime chemioterapico, secondo la ricerca presentata al 2012 Chicago Multidisciplinary Symposium in Thoracic Oncology.

Questo simposio è sponsorizzato dalla American Society of Clinical Oncology (ASCO), l'American Society for Radiation Oncology (ASTRO), l'Associazione Internazionale per lo Studio del Cancro del Polmone (IASLC) e The University of Chicago.

Docetaxel è il trattamento di seconda linea standard per la fase IIIB e pazienti NS-NSCLC stadio IV. I ricercatori in questa fase II, nove centro, in doppio cieco, randomizzato ha valutato l'efficacia e la sicurezza di docetaxel più placebo (braccio di controllo) rispetto a docetaxel più o 1 mg o 3 mg bavituximab. I 117 pazienti valutabili sono stati randomizzati a ricevere uno dei tre regimi ogni 21 giorni per un massimo di sei cicli. I pazienti hanno ricevuto lo stesso regime per ogni ciclo.




Il tasso di risposta globale per il braccio bavituximab 1 mg è stata del 15 per cento e 17,9 per cento nel braccio 3 mg, circa il doppio del tasso braccio di controllo del 7,9 per cento. La sopravvivenza libera da progressione mediana è stata di 4,2 e 4,5 mesi per le braccia bavituximab rispettivamente, rispetto a tre mesi per il braccio di controllo.

Il processo era in cieco dopo 18 mesi, ea quel punto la sopravvivenza globale mediana era stato raggiunto nel braccio di controllo a 5,4 mesi (61 per cento dei pazienti è morto); Tuttavia, né braccia bavituximab avevano raggiunto sopravvivenza mediana (meno del 35 per cento dei pazienti è morto).

"Questo rigoroso studio di fase II dimostra che non solo è bavituximab ben tollerato quando somministrato con docetaxel ma migliora i tassi di risposta, la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale di chemioterapia di seconda linea in pazienti con NSCLC avanzato," ha detto David Gerber, MD, autore principale dello studio e assistente professore di medicina interna presso l'Università del Texas Southwestern Medical Center di Dallas che si specializza nel trattamento del cancro del polmone. "Se uno studio di fase III, conferma questi risultati, bavituximab potrebbe diventare una componente importante del trattamento standard per i pazienti con questa malattia difficile."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha