Aggressivo, personalizzata trattamento aumenta il cancro del rene del paziente Sopravvivenza, studio mostra

Maggio 16, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di quasi 1.500 pazienti trattati per cancro del rene a UCLA negli ultimi 15 anni mostra che un aggressivo, misura i risultati approccio di trattamento in migliori tassi di sopravvivenza e sottoinsiemi allo scoperto di cancro del rene che si comportano in modo diverso e devono essere trattati di conseguenza.

Il one-size-fits-all approccio tradizionalmente utilizzato nel trattamento del cancro del rene dovrebbero essere modificate in base ai risultati dello studio, il più lungo fino ad oggi per analizzare i malati di cancro del rene e dei loro risultati, ha detto il dottor Arie Belldegrun, autore senior dello studio , un professore di urologia e ricercatore presso Jonsson Comprehensive Cancer Center della UCLA.

"Questa è l'opera più importante che abbiamo fatto fuori del programma cancro del rene presso la UCLA,", ha detto Belldegrun. "Abbiamo delineare le basi per la terapia personalizzata del cancro del rene. Abbiamo dimostrato che non tutti i pazienti affetti da cancro del rene sono uguali, non tutti i tumori renali localizzati sono uguali e non tutti i tumori del rene metastatico sono gli stessi."




Lo studio appare nel 1 novembre 2008 numero di Cancer, la rivista peer-reviewed della American Cancer Society.

Lo studio ha trovato che i pazienti con tumore del rene localizzato, il cancro che non si è diffuso ad altri organi, potrebbero avere sia bassi, i tumori a rischio intermedio o alto in base alla possibilità di recidiva. I pazienti con tumori che si sono già diffuse anche caduto in modo simile diversi sottoinsiemi. Alcuni hanno risultati migliori, mentre altri possono avere tumori molto aggressivi che non si può procedere trattamento.

"Abbiamo dimostrato per la prima volta, utilizzando un sistema di stadiazione integrato sviluppato presso UCLA, che siamo in grado di identificare quali pazienti con malattia localizzata caduta nei sottoinsiemi basso, intermedio e alto rischio e che i pazienti con tumori metastatizzato sono o basso, medio o alto rischio pazienti ", ha detto Belldegrun. "Ora siamo in grado di prendere decisioni di trattamento sulla base di questo."

Se un paziente con tumore localizzato è identificato come a basso rischio, il suo tasso di sopravvivenza a cinque anni dovrebbe essere il 97 per cento, mentre il suo tasso di sopravvivenza a 10 anni è del 92 per cento. Un paziente rischio intermedio con malattia localizzata avrebbe un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 81 per cento e un tasso di sopravvivenza a 10 anni del 61 per cento. Un paziente ad alto rischio ha un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 62 per cento, con una sopravvivenza a 10 anni del 41 per cento.

"Tutti questi pazienti con tumori che non sono diffusi presenti per i loro medici con la malattia presumibilmente localizzato e in passato possono essere stati trattati allo stesso modo", ha detto Belldegrun. "Hanno bisogno di essere trattati singolarmente in base al loro livello di rischio."

Lo studio ha dimostrato che un paziente con basso rischio, il cancro del rene localizzato poteva essere trattato solo con la chirurgia e si aspettano un risultato eccellente. Tale mossa potrebbe risparmiare il paziente di dover subire radiazioni o immunoterapia, che produce effetti collaterali difficili. Tuttavia, per un paziente con alto rischio, localizzato cancro del rene, la chirurgia non sarebbe sufficiente. La terapia aggiuntiva quali trattamenti o immunoterapia mirati dovrebbe essere considerata in modo da dare al paziente il miglior risultato possibile.

Nei pazienti metastatici, qualcuno con il cancro a basso rischio dovrebbe ottenere un trattamento molto aggressivo, Belldegrun detto, perché c'è una buona probabilità la terapia sarà aiutare il paziente. Quelli con alto rischio, la malattia metastatica non otterrà molto, se del caso, di ottenere cure e potrebbero voler rinunciare chirurgia e terapie tossiche.

"I nostri identifica carta, molto preciso, che i pazienti devono ottenere che le terapie", ha detto Belldegrun.

Lo studio rappresenta 15 anni di esperienza nel programma di cancro del rene all'avanguardia di UCLA, un approccio interdisciplinare per il trattamento del cancro che riunisce medici oncologi, urologi, chirurghi, prove esperti clinici e scienziati sotto lo stesso tetto, un concetto che è stato prima concettualizzato a UCLA. Lo studio ha analizzato i primi 1.492 pazienti trattati nel programma e "hanno dimostrato che i risultati eccellenti possono essere raggiunti utilizzando questo approccio", ha detto Belldegrun.

Circa il 25 per cento dei pazienti con cancro del rene metastatico ha ottenuto una risposta a lungo termine - cinque a 15 anni sopravvivenza - dal loro terapia, Belldegrun detto. Meno del 5 per cento dei metastatico malato di cancro del rene in genere ottenere sopravvivenze a lungo termine o una cura quando vengono trattati con i trattamenti convenzionali.

"Questo è di gran lunga i migliori dati di sopravvivenza in un gruppo difficile di pazienti", ha detto Belldegrun. "Ciò può essere ottenuto oggi solo in centri cancro del rene di eccellenza come stiamo operando a UCLA, dove abbiamo tutte le competenze a portata di mano, i migliori scienziati, medici e chirurghi che lavorano insieme."

I risultati dello studio venire come nuove terapie mirate vengono introdotti specificamente per il cancro del rene. La Food & Drug Administration ha recentemente approvato tre tali farmaci. Belldegrun ha detto che i tassi di sopravvivenza descritte nel loro articolo dovrebbero essere utilizzati come riferimento per il quale queste nuove terapie devono essere confrontati.

"Mentre il settore del cancro del rene sta subendo profondi cambiamenti è ancora ancora chiaro come questi cambiamenti stanno influenzando l'esito del paziente", afferma lo studio. "Una valutazione critica della potenziale miglioramento nella nuova era trattamento richiede un confronto con un benchmark nota. Presentiamo a lungo termine, i dati singola istituzione per fornire una conoscenza approfondita dei risultati raggiunti fino ad oggi con un approccio aggressivo coerente per la malattia localizzata e metastatica. Per il futuro la cura del paziente, sarà importante per selezionare i pazienti che faranno meglio utilizzando terapie esistenti, e quelli che devono essere trattati con i trattamenti di recente approvazione. "

Altri ricercatori di piombo dello studio includono Dr. Fairooz Kabbinavar, direttore medico del programma di cancro del rene alla UCLA e professore di ematologia/oncologia, e il dottor Allan Pantuck, direttore per la ricerca traslazionale e professore associato di urologia. Entrambi sono scienziati con la Jonsson Cancer Center.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha