AIDS virus cambia di sperma lo rendono diverso da quello nel sangue

Marzo 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In tutto il mondo gran parte della trasmissione del virus HIV-1 è attraverso il contatto sessuale, gli uomini essendo il partner di trasmissione nella maggioranza dei casi. I nuovi risultati sono significativi perché la natura del virus nel tratto genitale maschile è di fondamentale importanza per comprendere il processo di trasmissione e le pressioni selettive che possono influire il virus trasmesso. In ultima analisi, è il virus trasmesso che deve essere bloccato da un vaccino o microbicida.

"Se tutto ciò che sappiamo circa l'HIV è basato sul virus che è nel sangue, quando in realtà il virus nel seme può evolvere per essere diverso, può essere che noi abbiamo una visione incompleta di ciò che sta accadendo nella trasmissione di il virus ", ha detto l'autore senior studio Ronald Swanstrom, PhD, professore di biochimica e biofisica e di microbiologia e immunologia presso la Facoltà di Medicina UNC.




I risultati delle sue ricerche appaiono 19 agosto 2010 sulla rivista online PLoS Pathogens.

Nello studio, Swanstrom ei suoi colleghi hanno confrontato le popolazioni virali nel sangue e sperma campioni raccolti da 16 uomini con cronica da HIV-1. Utilizzando una tecnica costosa e laboriosa laboratorio chiamato singolo sequenziamento del genoma, hanno analizzato il gene codificante per il principale proteina di superficie del virus - detta busta o Env - nei campioni. Le differenze tra i virus delle due fonti sono stati sorprendenti.

"Le differenze di sequenza tra il sangue e lo sperma erano come una luce rossa lampeggiante, è stato un grande suggerimento sulla biologia del virus nel tratto seminale", ha detto Swanstrom. "Quando abbiamo guardato le sequenze nel sangue, difficilmente abbiamo trovato alcuno che fosse lo stesso, era una popolazione molto complessa e diversificata. Ma quando abbiamo guardato nel seme, improvvisamente siamo stati sempre la stessa sequenza più e più volte."

Hanno trovato due meccanismi che hanno alterato in modo significativo la popolazione virale nel seme, che hanno chiamato l'amplificazione clonale e compartimentazione. Nel primo, una a diverse virus sono rapidamente espansi in un breve periodo di tempo così che la popolazione virale è relativamente omogenea (rispetto alla popolazione complesso nel sangue). Nel secondo, il virus si replica in cellule T nel tratto seminale per un lungo periodo di tempo, creando una distinta popolazione di virus che è complesso e distinto dal virus nel sangue.

Per cominciare a rispondere perché questi meccanismi sono in gioco, i ricercatori hanno misurato i livelli di 19 citochine e chemochine nei campioni di sangue e sperma. Hanno scoperto una significativa concentrazione di questi modulatori del sistema immunitario nello sperma relativi al sangue, che può aumentare la replicazione virale con la creazione di un ambiente in cui le cellule bersaglio sono tenuti in uno stato attivato.

Laboratorio di Swanstrom sta esplorando se la selezione evolutiva per qualche proprietà speciale del virus si sta verificando nel tratto seminale che non accade nel sangue. Sapendo quanto il virus nel seme è diverso è una parte importante della comprensione della trasmissione di puzzle HIV.

La ricerca UNC è stata finanziata dal National Institutes of Health nel contesto del Centro per l'HIV/AIDS Immunologia (CHAVI). Studio co-autori includono Jeffrey A. Anderson, Li-Hua Ping, Oliver Dibben, Cassandra Jibara, Leslie Arney, Laura Kinser, Yuyang Tang, Marcia Hobbs, Irving Hoffman, Peter Kazembe, Corbin D. Jones, Persefone Borrow, Susan Fiscus e Myron S. Cohen. I volontari che partecipano a questo studio sono stati presenti alla Central Hospital Kamuzu e il Progetto UNC in Lilongwe, Malawi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha