Alcune cellule cerebrali sono migliori combattenti del virus

Aprile 24, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Le cellule che un agente patogeno infetta può essere un fattore determinante della gravità delle infezioni cerebrali", dice l'autore senior Michael Diamond, MD, PhD, professore di medicina. "Per capire la base della malattia, è importante capire che il cervello regioni sono più sensibili e perchè."

Mentre alcune infezioni cerebrali sono causate da batteri, funghi o parassiti, spesso la causa è un virus, come il virus del Nilo occidentale, herpesvirus o enterovirus.




Per il loro studio, ora disponibile on-line su Nature Medicine, i ricercatori si sono concentrati sui neuroni delle cellule dei granuli, un tipo di cellula che diventa raramente infetta. Hanno confrontato profili gene in cellule granulari da cervelletto con l'attività in neuroni corticali nella corteccia cerebrale, che sono più vulnerabili alle infezioni.

Il confronto ha rivelato molte differenze, tra cui un certo numero di geni in neuroni corticali che erano meno ben espressi, - il che significa che per quei geni specifici c'erano meno copie di mRNA, le molecole che trasmettono le informazioni genetiche dal DNA alle proteine ​​meccanismi fare della cella .

Successivamente, i ricercatori hanno trasferito singolarmente 40 di questi geni nei neuroni corticali e screening le cellule per la suscettibilità alle infezioni virali. Il test ha evidenziato tre geni antivirali che sono indotte da interferone, un importante proteina del sistema immunitario. Quando il livello di espressione di questi geni aumentata nei neuroni corticali, sensibilità delle cellule di infezione virale diminuita.

I ricercatori hanno anche identificato i meccanismi che rendono alcuni di questi cambiamenti nella programmazione genetica accadono: fattori di regolazione noti come microRNA, e le differenze nel modo in cui il DNA viene modificato nel nucleo della cellula, entrambi i quali possono influenzare i livelli di espressione genica.

Alcuni dei cambiamenti genetici sono utili solo contro specifiche famiglie virali, mentre altri sono efficaci contro un ampio spettro di virus e batteri. Gli scienziati non possono dire ancora se le differenze di infezione suscettibilità sono guidate dalla necessità di prevenire l'infezione o se sono un sottoprodotto di cambiamenti che aiutano i neuroni in determinate regioni del cervello eseguire le funzioni essenziali.

Per saperne di più su come questi geni del sistema immunitario innato aiutano le cellule resistere infezione, Diamante ei suoi colleghi li sono invalidanti nel cervello dei topi.

Il finanziamento dal National Institutes of Health sostenuto questa ricerca (U54 AI081680, il Centro Regionale Pacific Northwest di Eccellenza per Biodefense e Malattie infettive emergenti della ricerca; U19 AI083019l e R01 AI074973).

Cho H, Proll SC, Szretter KJ, gatto MG, Gale Jr. M, Diamante MS. Differenziali programmi risposta immunitaria innata in sottotipi neuronali determinano la suscettibilità alle infezioni nel cervello da virus RNA positivi elica. Nature Medicine, linea 3 Marzo 2013.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha