Alcune cellule immunitarie difendono solo organo

Marzo 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca, nei topi, suggerisce che alcuni organi hanno l'equivalente immunologica di "polizia di vicinato" - Rose specializzati di difensori che pattuglia una sola area, un unico organo, invece di un'intera città, il corpo.

Gli scienziati della Washington University School of Medicine di St. Louis hanno dimostrato che il fegato, la pelle e l'utero ogni ha dedicato cellule immunitarie, che chiamano le cellule natural killer tessuto residente. Altri organi possono avere accordi simili.




Il loro studio, pubblicato in eLife, smentisce la lunga data presupposto che tutte le cellule natural killer vagare il corpo per fornire la prima linea di difesa contro i tumori e virus.

"Se, per esempio, possiamo usare i farmaci specializzati per attivare solo queste cellule organo-specifiche, potrebbero fornire armi potenti e selettivi contro le infezioni e tumori negli organi in cui risiedono", ha detto ricercatore senior Wayne M. Yokoyama, MD, il Sam e Audrey Loew Levin Professore di Medicina. "Le cellule che difendono solo un organo può essere molto meglio attrezzato rispetto alle cellule immunitarie di roaming per montare un attacco e limitare danni collaterali ai tessuti sani."

Gli scienziati hanno pensato che le cellule natural killer mature circolano attraverso il corpo alla ricerca di virus e tumori. Quando queste cellule immunitarie identificano una minaccia, attaccano. Gli scienziati hanno anche pensato che le cellule natural killer che hanno soggiornato nel fegato invece di circolante è immaturo o inattivo e sarebbe poi diventare come le altre cellule natural killer, lasciando il fegato e si muove attraverso il corpo.

Nel nuovo studio, autore principale Dorothy K. Sojka, PhD, un ricercatore post-dottorato nel laboratorio di Yokoyama, ha dimostrato che alcune cellule natural killer non lasciano mai il fegato. Ha identificato tessuto residente ulteriori cellule natural killer della pelle e l'utero.

Sojka anche sperimentato con fattori di trascrizione - interruttori molecolari che trasformano un certo numero di geni e si spegne. Tra gli altri risultati, ha trovato che disabilitando uno di questi interruttori potrebbe prevenire circolanti cellule killer naturali in via di sviluppo, senza intaccare le cellule natural killer tessuti residenti nel fegato, la pelle e l'utero. Disabilitare un altro fattore di trascrizione spazzato via le cellule natural killer tessuto residente fegato e della pelle mentre ha scarso effetto sulle cellule natural killer tessuto residente circolanti e utero.

"Se un gruppo di cellule ha bisogno assolutamente di un fattore di trascrizione specifico di esistere, mentre un altro gruppo di cellule non importa se questo fattore è andato, che suggerisce fortemente i due gruppi di cellule utilizzano percorsi di sviluppo distinti e sono quindi diversi", ha detto Sojka .

I suoi risultati indicano almeno quattro tipi di cellule natural killer, piuttosto che solo il tipo principale lungo riconosciuti da immunologi. Lei è alla ricerca di gruppi di cellule natural killer residenti in altri organi e indagare le origini e le funzioni di coloro che già ha identificato.

"Concettualmente, questo è molto diverso, un cambiamento significativo nel nostro modo di pensare su come funziona una parte molto importante del sistema immunitario", ha detto Yokoyama, un Howard Hughes Medical Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha