Alcuni feccia: Microbe in pond scum arruolato in nuovo test del cancro

Marzo 28, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un rapporto determinato 27 marzo al 243 Meeting Nazionale & Exposition della American Chemical Society (ACS) in San Diego, hanno descritto come il test è destinato a identificare non solo la diffusione di cellule, ma consentono analisi di laboratorio di tali cellule in modo che i medici possono decidere il trattamento più efficace.

Yoshinobu Baba, Ph.D., lo scienziato che ha guidato la ricerca utilizzando il microbo pond scum chiamato Euglena, ha anche discusso i risultati promettenti con nuovi agenti in grado sia di produrre immagini di tessuto malato e fornire trattamenti.




Squadra di Baba si rivolse a Euglena nel tentativo di risolvere il problema di salute di rilevare il numero minuto di cellule tumorali che si staccano dal, sito del tumore originale o principale e viaggiano attraverso il flusso sanguigno. Queste cellule, chiamate cellule tumorali circolanti (CTC), consentono il cancro a diffondersi, o metastasi, e cominciare a crescere a siti distanti del corpo. Metastasi è la ragione principale per cui il cancro può essere una malattia così difficile da trattare. Rilevamento quelle cellule solleverebbe una bandiera rossa in modo che i medici possano curare o più intensamente monitorare i pazienti. Baba ha sottolineato, tuttavia, che i piccoli numeri di CTC rendono questo obiettivo molto difficile.

"In ogni 20 gocce di sangue, ci sono più di 5 milioni di globuli bianchi e 4 miliardi di globuli rossi, ma ci può essere un solo CTC", ha spiegato Baba, che è con Nagoya University in Giappone. "E 'molto difficile separare così piccolo numero di CTC dalle gran numero di cellule del sangue. Dopo la separazione, dobbiamo anche ottenere informazioni sul CTC, come ad esempio la sequenza del DNA. Questa sequenza di DNA in grado di fornire ulteriore conferma che che il cancro si è diffuso , abbassando il rischio di falsi allarmi e, forse, aiutare con le decisioni sul trattamento. "

La soluzione di Baba è un test che si svolge in un lab-on-a-chip, un piccolo dispositivo costituito da microchambers e canali per la Euglena, che sono organismi unicellulari con caratteristiche di piante e animali. Gli storici ritengono Euglena sono gli organismi che pioniere del microscopio olandese Anton van Leeuwenhoek vide nel 1674 in un campione di acqua di stagno. Hanno clorofilla per produrre cibo da sole, per esempio, e può anche ingerire cibo. Hanno un "occhio" primitiva e una lunga coda o flagello che si muove come una frusta per spingere attraverso l'acqua.

Gli scienziati hanno deciso di utilizzare Euglena come un vettore cargo naturale. La squadra di Baba attribuisce un anticorpo sul Euglena. Questo anticorpo può legarsi specificamente a CTC. Il microbo (con anticorpi allegata) viene posto in una microcamera che contiene cellule normali e una singola CTC, simulando la concentrazione molto bassa di CTC che sarebbero in un campione di sangue del paziente vero cancro. L'anticorpo sulla microbi lega alla cellula tumorale. Quando i ricercatori brillare una luce sulla microcamera, il Euglena, con CTC in seguito, si muove ad una microcamera vicina per fuggire dalla luce. Successivamente, il CTC può essere rimosso dal microbi e testato ulteriormente.

Stanno lavorando su miglioramenti in modo che il test affidabile rilevare piccolissime concentrazioni di CTC in campioni di sangue reale. Essi prevedono di coppia microcamera ad una cosiddetta nanoporo, che può sequenziare il DNA del CTC dopo la separazione di confermare positivamente metastasi del cancro.

Baba sta anche sviluppando "teranostica", che combinano la terapia o il trattamento di malattia con diagnostica per immagini. Uno dei theranostics di Baba coinvolge le cellule staminali terapeutiche che si combinano con gli agenti di imaging chiamati "punti quantici", che sono cristalli semiconduttori che si accendono quando esposti ad un particolare tipo di luce.

"Uno dei medici del nostro ospedale universitario iniettato cellule staminali in un mouse con insufficienza epatica, e il mouse migliorato", ha detto Baba. "Ma lui non sapeva come accaduto questo miglioramento. Per determinare il meccanismo, abbiamo fatto un nuovo tipo di quantum dot che sarebbe stato posto all'interno delle cellule staminali."

I nuovi punti quantici sono biocompatibili e sono sicuri per l'uso con le cellule viventi, a differenza di molte versioni attualmente disponibili. I punti quantici hanno permesso ai ricercatori di vedere dove le cellule staminali terapeutiche sono andati dopo che sono state iniettate in un topo.

Baba sta lavorando con le aziende di dispositivi medici di commercializzare questi nuovi strumenti.

Gli scienziati hanno ammesso di finanziamento della Società Giapponese per la Promozione della Scienza (JSP) attraverso il suo programma di finanziamento per la leader mondiale innovativo R & S per la scienza e la tecnologia (primo programma).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha