Alcuni fumatori hanno genetica predisposizione a sviluppare BPCO, spettacoli di ricerca

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alcune persone hanno una variazione genetica che li rende più suscettibili di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), se fumano tabacco, secondo una nuova ricerca dalla Wake Forest University School of Medicine e colleghi.

"La variante genetica che abbiamo studiato sembrava innocuo da solo", ha dichiarato Alireza Sadeghnejad, MD, Ph.D., autore principale. "Ma quando qualcuno ha questa variante, vi è più di un effetto negativo del fumo sulla funzione polmonare. Pertanto, in combinazione con il fumo, questa variante genetica rappresenta un fattore di rischio per la BPCO."

Enfisema e la bronchite cronica sono componenti di BPCO, che è la quarta causa di morte negli Stati Uniti e l'unico top-10 assassino che sta aumentando in frequenza. L'Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che entro il 2020, la BPCO sarà la causa del terzo di morte nel mondo.




Lo studio è stato pubblicato online e apparirà in un problema di stampa futuro della American Journal of respiratorie e Critical Care Medicine. I ricercatori hanno studiato due varianti (--1112C e --1112T) del gene della interleuchina-13 (IL-13). Il gene è responsabile della produzione di IL-13 proteina che è coinvolta nella infiammazione polmonare e suscettibilità alla BPCO.

Ognuno ha due copie del gene, uno ereditato da ciascun genitore. L'indagine suggerisce che avere due copie del --1112T nel gene IL-13 è collegato con una più profonda effetto negativo del fumo di sigaretta sulla funzione polmonare.

I partecipanti allo studio sono stati 1.073 gli uomini di almeno 40 anni che avevano fumato più di 20 pacchetti-anno. Un pack-anno è equivalente a fumare un pacchetto al giorno per un anno. I partecipanti sono stati sottoposti a test genetici e un test di funzionalità polmonare conosciuta come Volume Espiratorio Forzato, che è il volume di aria che può essere costretta ad uscire in un secondo dopo aver preso un respiro profondo.

Jill Ohar, MD, ricercatore senior e un professore di medicina interna-polmonare, ha detto che è probabile che --1112C/T è una delle numerose varianti genetiche che influenzano il rischio di un fumatore sviluppare la BPCO. Circa il 25 per cento dei fumatori sviluppano la malattia, suggerendo che i fattori genetici, oltre all'esposizione ambientale (in questo caso il fumo di sigaretta), svolgere un ruolo.

"Questa scoperta può aiutare a capire perché alcuni fumatori sviluppano la BPCO e migliorare la nostra comprensione di come si sviluppa la malattia", ha detto Ohar. "Ci dimostra che è probabile l'interazione gene/ambiente che si prepara per questa malattia."

Sadeghnejad ha detto che attraverso la comprensione di più sul ruolo di IL-13 nella BPCO, la proteina può un giorno essere un bersaglio per nuovi farmaci per la malattia.

La variante ha dimostrato di essere associati con l'asma, che può aiutare a spiegare perché la BPCO e l'asma tendono a raggrupparsi in famiglie, Ohar detto.

La ricerca è stata sostenuta da un finanziamento della ricerca del Centro di Genomica umani alla Wake Forest University e il Fondo per la Salikoff ambientale e occupazionale Cancer Research, Saint Louis University.

I ricercatori di supervisione erano Deborah A. Meyers, Ph.D., e Eugene R. Bleecker, MD, co-direttori di Centro di Genomica umana, Wake Forest. Altri co-ricercatori sono stati Matteo Bottai, Ph.D., con la University of South Carolina, e David Sterling, Ph.D., con Saint Louis University di St. Louis, Mo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha