ALK riarrangiamento trova in quasi il 10 per cento dei pazienti in Lung Cancer Mutation Consortium

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

ALK riarrangiamento è stato trovato in 9,6% dei pazienti affetti da cancro del polmone testati nel Mutazione Consorzio Lung Cancer, e MET amplificazione in un altro 4,1%, riflettendo quanti pazienti potrebbero beneficiare di terapie mirate, come crizotinib, secondo la ricerca presentata al 14 ° Conferenza mondiale su Lung Cancer in Amsterdam, ospitato dalla Associazione Internazionale per lo Studio del Cancro del Polmone (IASLC).

Il Cancer Mutation Consorzio Lung (LCMC), che coinvolge 14 centri oncologici statunitensi, è stato istituito per valutare alterazioni genetiche in 1.000 pazienti con adenocarcinoma polmonare avanzata.

Laboratori certificati CLIA-in ciascun sito utilizzano test multiplex al profilo otto geni precedentemente legati al cancro del polmone, AKT1, BRAF, EGFR, HER2, KRAS, MEK1, NRAS e PIK3CA. Altri due geni, ALK e TEM, sono stati testati da ibridazione in situ fluorescente (FISH) per riarrangiamenti o amplificazioni.




"La diagnosi molecolare di alta qualità per più marcatori può essere raggiunto in un periodo di tempo ragionevole per selezionare i pazienti per la terapia mirata", ha dichiarato il Prof. Marileila Varella Garcia, Ph.D., professore di oncologia medica presso l'Università del Colorado School of Medicine .

In parole povere, ALK riarrangiamento si verifica quando la testa (promoter) e la coda (dominio attivo) della scissione gene. O parte può poi fondersi con un altro gene. Quando il dominio attivo di ALK si fonde con un promotore iperattivo, come il promotore EML4, crea un oncogene di fusione che è stato associato con tumore non a piccole cellule del polmone.

Pazienti affetti da cancro del polmone con ALK riorganizzazione sono stati trovati in studi precedenti per rispondere bene a crizotinib, un inibitore ALK.

Nello studio LCMC, i ricercatori hanno cercato ALK fusione con EML4 (EML4-ALK) o di altri partner, e MET amplificazione. ALK riarrangiamento è stata rilevata nel 9,6% dei pazienti e MET amplificazione 4,1%.

ALK mutazioni erano associate con l'età più giovane, mediana 52,3 anni; Soggetti negativi ALK avevano un'età media di poco meno di 60 anni. Soggetti positivi ALK avevano più probabilità di essere i non fumatori rispetto ai soggetti negativi ALK (64% vs 31%), meno probabilità di avere fumato in passato (33% vs 61%) e più probabile che hanno sperimentato metastasi al fegato (21 % vs. 8%). Nessuna associazione è stata trovata tra stato ALK-positivo e sesso, genere, stage o di metastasi cerebrali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha