Alta pressione sanguigna Induce Low Fat Metabolismo In Cuore muscolo

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Il cuore è il singolo più organo per peso del corpo che consumano energia", dice Lisa de las Fuentes, MD

In alcune condizioni di questo organo affamato di energia è incline a difetti nel suo metabolismo energetico che contribuiscono alla malattia di cuore, secondo la ricerca pubblicata in un recente numero del Journal of Nuclear Cardiology da de las Fuentes e colleghi della Washington University School of Medicine in St. . Louis.

All'inizio di ricerca guidato da de las Fuentes 'collega Robert J. Gropler, MD, ha dimostrato che il muscolo cardiaco in persone con diabete è troppo dipendente grassi per produrre energia. Anche se il grasso è un combustibile efficiente, che brucia per l'energia crea un insolitamente elevata domanda di ossigeno, rendendo il cuore diabetico più sensibili alle gocce in livelli di ossigeno che si verificano con coronarica blocco.




Gropler è direttore del Cardiovascular Imaging Laboratory presso l'Istituto di Radiologia Mallinckrodt presso la Facoltà di Medicina e professore di radiologia, medicina e ingegneria biomedica.

Ora questo gruppo di ricercatori dell'Università di Washington ha dimostrato che il cuore dei non-diabetici con ispessimento del muscolo a causa della pressione alta hanno un metabolismo energetico distorto nella direzione opposta - lontano da l'uso di grassi per produrre energia.

"Mentre il dottor Gropler scoperto che un elevato livello di metabolismo degli acidi grassi può essere dannoso, si dimostra che un basso livello può anche essere dannoso", dice de las Fuentes, co-direttore del Cardiovascular Imaging e ricerca clinica di base Laboratory e professore assistente della medicina. "Questi risultati non sono in contraddizione. Il cuore deve essere in grado di scegliere la fonte di energia, sia grassi e glucosio, più appropriato per il proprio fabbisogno energetico attuale e la disponibilità di combustibile."

De las Fuentes spiega che cuori con ispessimento del muscolo, o ipertrofia, diventano meno energia per il loro metabolismo dei grassi ridotto, che li porta a contare più pesantemente sui carboidrati.

"I carboidrati producono meno energia per molecola di acidi grassi," dice. "Con l'ipertrofia, il cuore ha un fabbisogno energetico più alto, perché non c'è più muscoli per nutrire. Con meno il metabolismo dei grassi, un maggiore ricorso a carboidrati può rappresentare un passaggio a un combustibile meno efficiente."

L'anomalia metabolica può portare alla compromissione contrazione del cuore e di insufficienza cardiaca.

Gli studi sugli animali di collaboratori della Washington University hanno dimostrato che nei topi con addensato muscolo cardiaco, i geni associati con trasporto e abbattere gli acidi grassi sono meno attivi rispetto al normale - in altre parole, macchinari brucia grassi del cuore non funziona correttamente.

In questo studio umano, i ricercatori hanno studiato i pazienti che avevano la pressione alta che ha portato l'ipertrofia del muscolo del ventricolo sinistro, la camera del cuore che pompa il sangue al corpo. Lo studio ha mostrato che maggiore è la massa muscolare del cuore ipertrofica, minore è la capacità di bruciare i grassi. Scansioni di risonanza magnetica ha suggerito che il muscolo cardiaco ipertrofica aveva anomalie sottili in funzione contrattile a riposo ed era meno efficienti.

Normalmente muscolo cardiaco altererà tra l'utilizzo di grassi e carboidrati come combustibile a seconda della disponibilità. Ma a volte della giornata in cui la glicemia è bassa - come quando una persona non ha mangiato in un istante - cuori ipertrofici non possono passare a bruciare gli acidi grassi come cuori normali sarebbe, forse lasciando loro energia carente, de las Fuentes spiega.

"Questa è la prima volta che questi dati hanno dimostrato negli esseri umani", dice l'autore senior Victor G. Dбvila-Romбn, MD, direttore del Cardiovascular Imaging e ricerca clinica di base Laboratory e professore di medicina, anestesiologia e radiologia. "Questo è particolarmente significativo perché l'ipertensione (pressione alta) è un problema di salute pubblica enorme negli Stati Uniti. Dei 65 milioni di persone con ipertensione, tra il 25 e il 50 per cento di loro ha qualche evidenza che il loro cuore è stato affetto da ipertensione pressione. "

Non tutti coloro che hanno la pressione alta si svilupperà ipertrofia, e non tutti con ipertrofia ha problemi a lungo termine, secondo de las Fuentes. Alcune persone sembrano essere protetti, mentre altri sembrano essere a maggior rischio, probabilmente a causa di fattori genetici.

"Perché abbiamo questa la prova che dimostra che il metabolismo degli acidi grassi può giocare un ruolo in questo processo, siamo alla ricerca di variazioni nei geni del metabolismo in uno studio clinico in corso", dice de las Fuentes.

Dбvila-Romбn aggiunge che, cercando in genetica di ipertensione e cardiopatia ipertensiva, sperano di identificare i geni che predispongono le persone a tratti buoni e cattivi associati a questi disturbi. Tali informazioni promette opportunità sia per la prevenzione e il trattamento della malattia cardiaca.

Riferimento: de las Fuentes L, Soto PF, Cupps BP, Pasque MK, Herrero P, Gropler RJ, Waggoner AD, Dбvila-Romбn VG. Ipertensiva ipertrofia ventricolare sinistra è associata ad anormale metabolismo degli acidi grassi del miocardio e l'efficienza del miocardio. Journal of Nuclear Cardiology 2006; 13 (3): 369-77.

Il finanziamento dal National Institutes of Health, la Fondazione Ospedale Barnes-Jewish, la Robert Wood Johnson Foundation e Sandra A. Daugherty Foundation sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha