Alta pressione sistolica nei pazienti con dolore toracico collegato con prognosi favorevole

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca rileva che esiste un'associazione inversa tra il livello di supina (sdraiato a faccia in su) la pressione arteriosa sistolica misurata al momento del ricovero in un reparto di terapia intensiva per il dolore toracico acuto e rischio di morte ad un anno, con i pazienti che hanno alta pressione sanguigna sistolica avente una prognosi migliore dopo un anno, secondo un nuovo studio.

Pressione arteriosa alta (BP) misurata dopo un periodo di riposo è tra i migliori fattori di rischio studiati e stabiliti per le malattie cardiovascolari, in base alle informazioni in questo articolo. "Tuttavia, poco si sa circa il rapporto tra BP sotto stress acuto, come ad esempio il dolore toracico acuto, e la successiva mortalità," scrivono gli autori.

Fredrik H. Nystrom, MD, Ph.D., e colleghi di Università di Linkoping, Linköping, Svezia, hanno esaminato il tasso di mortalità in relazione alla supina pressione sistolica misurata al momento del ricovero in un reparto di terapia intensiva (ICU) per dolori al petto dal 1997 al 2007 . Lo studio ha incluso l'analisi dei dati di 119.151 pazienti in un registro che include tutti gli ospedali svedesi. I risultati di questo studio sono stati presentati secondo sistolica BP quartili: Q1, inferiore a 128 mm Hg; Q2, 128-144 mm Hg; Q3, 145-162 mm Hg; e Q4, pari o superiore a 163 millimetri Hg. Tempo medio di follow-up è stato di 2,5 anni.




I ricercatori hanno scoperto che il tasso di mortalità di un anno, dopo aggiustamento per vari fattori, ha mostrato che i partecipanti in Q1 di pressione sistolica avevano più alto rischio di morte; viceversa, i pazienti in Q4 avevano la prognosi migliore. "Corrispondenti rischi assoluti regolati erano un rischio assoluto del 21,7 per cento più basso per la morte entro 1 anno per i pazienti in Q4 rispetto al Q2. Il rischio di mortalità è stata del 15,2 per cento più basso per i pazienti in Q3 rispetto al Q2, mentre il rischio per i pazienti in Q1 era 40,3 per cento superiore per la mortalità rispetto a quello in Q2, "scrivono gli autori.

"Alta pressione sistolica in posizione supina misurata nei pazienti con dolore toracico acuto è associato ad un favorevole 1 anno prognosi," scrivono. "C'è una associazione inversa tra ammissione supino PA sistolica e il tasso di mortalità ad 1 anno nei pazienti ricoverati in terapia intensiva medico per dolori al petto. Questa constatazione vale anche per quei pazienti che sono diagnosticati con cardiopatia ischemica e di quelli che alla fine sviluppano [attacco di cuore ]. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha