Alti livelli di ferro non aumentano il rischio di morte per malattie di cuore, ritrovamenti di studio

Marzo 12, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

BUFFALO, NY - La questione se troppo ferro aumenta il rischio di morire di malattie cardiache ha ricevuto un altro studio "no" risponde con i risultati di una, a lungo termine basato sulla popolazione, il follow-up condotto da ricercatori dell'Università a Buffalo.

Lo studio, che appare nel numero di ottobre di Annals of Epidemiology, ha trovato alcuna associazione tra "high-normali" livelli di ferro nel corpo e rischio di morte a causa di malattie cardiovascolari, malattia coronarica o infarto, o tra i livelli di ferro e il rischio di morte per qualsiasi causa.

Christopher Sempos, Ph.D., professore associato presso il Dipartimento di medicina sociale e preventiva nella Scuola UB di Medicina e di Scienze Biomediche e autore principale dello studio, ha detto che dei risultati: "Suono raccomandazioni di orientamento e di salute pubblica cliniche devono essere sulla base di elementi di prova ragionevolmente solida che ciò che viene suggerito è sicuro ed efficace.




"I dati attualmente disponibili non supportano cambiamenti radicali raccomandazioni dietetiche per l'assunzione di ferro o di screening da parte di medici per rilevare alta normali livelli di ferritina sierica. Né sostengono la necessità di larga scala, studi randomizzati di restrizione dietetica o salasso come mezzo di abbassare depositi di ferro. "

Ci sono stati più di due dozzine di studi condotti negli ultimi anni sulle malattie del cuore e del sistema circolatorio e la loro associazione con i livelli di ferro nel corpo, solo alcuni dei quali hanno mostrato risultati positivi, Sempos osservato. Eppure, il soggetto rimane controverso.

Lo studio si è basato sui dati raccolti dai partecipanti al secondo National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES II) tra il 1976 e il 1980, e l'analisi dei registri di morte attraverso 31 dicembre 1992. Il campione di studio era costituito da 1.604 persone - 128 uomini neri e 100 donne nere; 658 uomini bianchi e 718 donne bianche - di età compresa tra 45-74.

Stato di ferro era basato sulle concentrazioni di ferritina - una delle forme principali in cui il ferro è immagazzinato nel corpo - nel siero dei campioni di sangue prelevati all'inizio dello studio. Siero è il liquido chiaro che separa dal sangue quando grumi.

Sempos e colleghi hanno testato due ipotesi che utilizzano questi dati: Che qualsiasi quantità di ferro in eccesso aumenta il rischio di malattie cardiache, e che solo l'eccesso di ferro superiore a un alto livello normale comporta un rischio.

I risultati hanno mostrato:

• Non c'era alcuna associazione statisticamente significativa tra i livelli di ferritina sierica e morte per ogni tipo di malattia cardiaca.

• Non c'era alcuna associazione tra mortalità e livelli di ferritina negli uomini bianchi o donne di entrambi gara.

• Gli uomini neri con bassi livelli di ferro in eccesso nel siero erano tre volte il rischio di morte per qualsiasi causa.

"I risultati di questo studio sono in linea con gli altri in mostra che il ferro non sembra svolgere un ruolo diretto nello sviluppo della malattia coronarica", ha detto Sempos. "Più ricerca deve essere fatto per studiare la questione delle donne e delle minoranze."

Ulteriori ricercatori dello studio sono stati Anne C. Looker, Ph.D., Richard F. Gillum, MD, Cuong V. Vuong e Clifford L. Johnson, tutte del Centro nazionale per le statistiche di salute, centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, e Daniel L. McGee, Ph.D., della Loyola University Stritch School of Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha