Alto rischio di malattie cardiovascolari tra i pazienti affetti da SM svedesi nati e immigrati

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio dal Karolinska Institutet in Svezia, mostra che i pazienti con sclerosi multipla (SM) corrono un alto rischio di infarto, ictus e scompenso cardiaco, a prescindere dal background migratorio. Secondo il Dr Tahereh Moradi, ricercatore principale, lo studio è il primo al mondo per esaminare il rischio di malattie cardiovascolari in pazienti con SM maschi e femmine sia con non-immigrati e immigrati.

La SM è una malattia infiammatoria cronica che danneggia il sistema nervoso centrale, ed è la causa neurologica più comune di disabilità tra i giovani. Lo studio ora pubblicato sulla rivista scientifica Multiple Sclerosis Journal ha esaminato oltre 8.000 pazienti con sclerosi multipla tra gli anni 1987 e 2009.

"Si scopre che i pazienti con SM corrono un rischio 85 per cento più elevato di infarto miocardico, un più alto rischio del 70 per cento di ictus, e di un più alto rischio del 100 per cento di insufficienza cardiaca, risultati che sono coerenti sia in pazienti giovani e anziani, e pazienti nati dentro e fuori della Svezia, con l'effetto di essere particolarmente evidente per le donne ", spiega il ricercatore principale Dr Tahereh Moradi, professore associato presso l'Istituto Karolinska Institutet di medicina ambientale.




Con MS colpisce due in ogni 10.000 persone, soprattutto le donne, ogni anno, la Svezia ha uno dei più alti tassi di malattia nel mondo. Nonostante la crescente incidenza della SM in tutto il mondo, la sua eziologia è ancora sconosciuta.

"Questi tipi di studio sono importanti la salute pubblica e le implicazioni cliniche," dice il Dott Moradi. "Ci possono aiutare a comprendere le cause della sclerosi multipla e se sono simili a quelli delle malattie cardiovascolari. I risultati indicano quanto sia importante che siano adottate misure preventive contro le malattie cardiovascolari, con pazienti affetti da SM, e che questi pazienti, in particolare le donne, sono tenuti sotto osservazione regolare e attenta. "

Lo studio è stato un'iniziativa congiunta dal Karolinska Institutet e sanità Prestazione, Contea di Stoccolma, ed è stata condotta utilizzando il database Migrazione e salute, che si basa su una dozzina di registri nazionali e progettato per lo studio delle malattie tra i gruppi socialmente svantaggiati, immigrati e bambini di immigrati in Svezia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha