American Thoracic Society rilascia dichiarazione sul trattamento della fibrosi polmonare idiopatica

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'American Thoracic Society ha pubblicato nuove linee guida cliniche ufficiali sulla diagnosi e la gestione della fibrosi polmonare idiopatica (IPF). La dichiarazione sostituisce le linee guida ATS pubblicato nel 2000, e passa in rassegna le conoscenze attuali in epidemiologia, eziologia, la diagnosi e la gestione di IPF, così come le opzioni di trattamento disponibili, tra cui farmacologico e le terapie non farmacologiche e cure palliative.

La dichiarazione appare nel 15 marzo 2011, American Journal of respiratorie e Critical Care Medicine.

IPF è una progressiva, forma cronica, mortale di malattia polmonare fibrotica, caratterizzata da mancanza di respiro durante lo sforzo, che si verifica soprattutto in adulti più anziani relativamente. L'eziologia della IPF non è chiaro. La malattia si verifica quando lesioni ai polmoni è innescata da una causa sconosciuta, causando la formazione di tessuto cicatriziale che provoca i polmoni a diventare ispessita e rigido. IPF può progredire lentamente nel corso di diversi anni e può essere punteggiato da episodi di declino respiratoria acuta. Il trapianto di polmone è una opzione di trattamento fattibile in pazienti altamente selezionati. Un sottogruppo di pazienti con IPF ha una predisposizione genetica alla malattia.




"Nei dieci anni dopo la pubblicazione della dichiarazione precedente IPF, gli studi hanno utilizzato i criteri per la diagnosi di IPF e raccomandazioni pubblicate nella dichiarazione consensuale precedente per migliorare la nostra comprensione delle manifestazioni cliniche e corsi di IPF, e ci deve stato un numero crescente di prove pertinenti alla sua gestione clinica ", ha detto Ganesh Raghu, MD, direttore del Disease/Sarcoide/fibrosi polmonare interstiziale polmonare programma presso la University of Washington Medical Center di Seattle e presidente della commissione di collaborazione che ha redatto la dichiarazione . "I dati raccolti e le osservazioni fatte in questi studi sono notevoli e ci hanno permesso di fornire nuove linee guida per la diagnosi e la gestione della IPF alla comunità-at-large polmonare globale per i pazienti e per tutti gli interessati sulla base di prove per la prima tempo. "

Le nuove linee guida rappresentano uno sforzo di collaborazione tra l'ATS, la European Respiratory Society (ERS), il giapponese Respiratory Society (JRS) e il Latin American Thoracic Association (ALAT). Nel creare le nuove linee guida, esperti selezionati da ciascuno dei gruppi recensione tutti i dati disponibili, si classifica secondo rilevanza clinica. La dichiarazione è stata anche formalmente approvata dalla Society of Thoracic Radiologia e dalla polmonare Patologia Society.

"L'obiettivo di queste linee guida è sistematicamente e attentamente analizzare tutte le prove accumulate dopo la pubblicazione della dichiarazione di consenso 2000 e per fornire raccomandazioni basate sull'evidenza per la gestione, con particolare attenzione per la diagnosi e il trattamento", ha detto il dottor Raghu, che è anche il direttore medico della University of Washington di programma trapianto di polmone.

"La metodologia utilizzata e la forza delle raccomandazioni sono tutti molto trasparente e quindi il medico di fronte al paziente con IPF ha il potere per la prima volta a prendere le decisioni più opportune su misura per i valori e le preferenze del singolo paziente, e di prendere decisioni appropriate per quanto riguarda tutti gli aspetti della gestione della malattia ", ha osservato.

Le raccomandazioni delle linee guida sono classificati da debole a forte per aiutare il medico a capire la forza delle raccomandazioni formulate nella gestione dei pazienti con IPF.

"Per esempio, sono particolarmente necessari in caso di un debole medici raccomandazione di trascorrere del tempo con i pazienti per discutere i valori e le preferenze dei pazienti. Questo può portare una percentuale significativa di pazienti di scegliere un approccio alternativo", ha detto il dottor Raghu.

ATS Public Advisory Roundtable presidente Teresa Barnes ha detto, "Fully pazienti informati sono nella posizione migliore per prendere decisioni che siano coerenti con le migliori prove ed i loro valori e le preferenze.

"Tuttavia," la signora Barnes, che è vice presidente di sensibilizzazione del paziente e di advocacy presso la Coalizione per la fibrosi polmonare ha aggiunto, "ogni medico quando si comunica con un paziente con IPF devono essere disposti a spendere così tanto tempo necessario per aiutare i pazienti a comprendere le incertezze e le potenziali conseguenze di un regime di trattamento, in particolare quelli con una raccomandazione debole ".

Per aiutare i medici nelle loro interazioni con pazienti con FPI e le loro famiglie, l'ATS ha sviluppato un compagno di informazioni sul paziente serie pezzo su IPF che è anche pubblicato sulla rivista 15 marzo. Questo pezzo educazione sarà pubblicato sul sito Web ATS, così come il sito Web della Coalizione per la fibrosi polmonare, un'organizzazione membro ATS Public Advisory Roundtable, il cui focus è sulla ricerca, sensibilizzazione, supporto e formazione per la comunità fibrosi polmonare.

Oltre ad offrire linee guida per la diagnosi e la gestione di pazienti con FPI, l'istruzione offre anche suggerimenti per futuri studi della malattia.

"Si spera che con continua collaborazione tra i ricercatori di base e clinici, gli obiettivi di trovare la causa o le cause della IPF, individuare la malattia in fase preclinica e precoci da biomarcatori appropriati, predisposizione genetica e/o di altri fattori di suscettibilità ospite, migliorando i risultati e la qualità della vita, prolungare la sopravvivenza e, in ultima analisi, sarà realizzato curare IPF ", ha detto il dottor Raghu.

Studi genetici e strategie preventive e rigeneranti, tra cui la ricerca trapianto di cellule staminali e la terapia genica, promettenti e dovrebbero essere perseguiti in modo aggressivo, ha aggiunto.

"La commissione ritiene che il successo del trattamento di IPF richiede una combinazione di terapie mirate più percorsi coinvolti nella proliferazione fibro", ha detto il dottor Raghu. "Studi clinici futuri dovrebbero includere endpoint di comprovato valore clinico, utilizzare il disegno dello studio sofisticato e metodologia statistica, indagare l'impatto delle possibili misure di prevenzione e di prendere in considerazione le combinazioni di promettenti terapie che funzionano attraverso meccanismi distinti.

"Mentre questa linee guida basate sull'evidenza per la gestione clinica di IPF sono prudenti per una migliore gestione dei pazienti affetti da IPF nel 2011 e il futuro immediato, questa linea guida non affronta i punti finali ottimali oltre sopravvivenza che devono essere valutati in studi clinici futuri per IPF," ha detto. "Idealmente, un consenso tra gli esperti delle agenzie di regolazione e investigatori esperti in studi clinici di IPF porterà alla progettazione di migliori studi clinici che sono fattibili e si traducono in un miglioramento della sopravvivenza, la qualità della vita e di altri risultati che sono clinicamente significativi per i pazienti con IPF . I nuovi criteri diagnostici previsti in questa nuova linea guida permetterà di migliorare notevolmente l'accuratezza della diagnosi di IPF e facilitare l'iscrizione dei pazienti con pozzo e meglio definito IPF in studi futuri e quindi rendere più progressi rispetto al decennio precedente. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha