Analisi Gene potrebbe spiegare le differenze etniche della sensibilità alla chemioterapia nei Lung Cancer

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questo tipo di analisi potrebbe diventare utile in sartoria trattamenti contro il cancro per i singoli pazienti, i ricercatori hanno detto.

"Le differenze genetiche possono contribuire a spiegare perché tante donne asiatiche che non hanno mai fumato sviluppare il cancro ai polmoni", ha detto il dottor Adi Gazdar, professore di patologia presso UT Southwestern senior e autore di uno studio che appare online oggi in Public Library of Science Medicine.




I ricercatori hanno focalizzato su una proteina chiamata recettore del fattore di crescita epidermico, o EGFR, che si trova sulla superficie di una cellula ed è coinvolto nel controllo molti processi. Quantità eccessive di EGFR sono noti per essere coinvolti in diversi tipi di cancro, tra cui più della metà dei casi di cancro del polmone. Diversi farmaci che interferiscono con EGFR sono utilizzati come agenti chemioterapici.

Tre ereditato alterazioni, note come polimorfismi nel gene che codifica per EGFR possono indurre le cellule a fare anormalmente elevati livelli della proteina, il dottor Gazdar detto. Un polimorfismo accorcia una porzione del gene, mentre gli altri due anomalie coinvolgono variazioni della genetica "alfabeto", o sequenze di blocchi di costruzione chimici che compongono il gene.

L'aumento dei livelli di EGFR anche possono essere causate da mutazioni nel gene spontanee, o da un effetto in cellule tumorali che aumenta il numero di copie di geni codificanti per EGFR.

In questo studio, i ricercatori hanno confrontato i geni di 250 persone sane di varie etnie con 556 campioni di tumori polmonari benigni e cancerosi. Essi hanno scoperto che i tre polimorfismi ereditati erano meno comune nelle persone sane provenienti da Giappone e Taiwan che in persone sane di discendenza europea, africana o messicano.

Ciò suggerisce che questa popolazione rende normalmente meno proteine ​​EGFR di persone di altri gruppi etnici, il dottor Gazdar detto.

Questo era vero se i asiatici orientali vivevano in Asia o negli Stati Uniti, indicando che si trattava di un tratto genetico intrinseco e non uno che dipendeva dieta o stile di vita, il dottor Gazdar detto.

Asiatici orientali che avevano sviluppato il cancro ai polmoni, tuttavia, erano più probabile rispetto a quelli di altre etnie di avere polimorfismo che ha coinvolto accorciamento parte del gene, una modifica che causa la quantità di EGFR ad aumentare.

Asiatici orientali con cancro del polmone anche la tendenza ad avere diversi effetti si verificano su un singolo cromosoma: polimorfismo che coinvolge accorciamento del gene, una mutazione spontanea che aumenta i livelli di EGFR, e un aumento delle copie del gene causata dai tumori, ha detto.

«Sono tutti che si verificano insieme su un singolo cromosoma, che si traduce in un forte aumento quantità di EGFR," ha detto. "Il risultato finale previsto sarebbe un grande aumento della produzione della proteina EGFR nelle cellule colpite, li guida verso il cancro."

Questi risultati potrebbero spiegare perché asiatici orientali sono noti per rispondere meglio di altri gruppi etnici per un tipo di chemioterapia che inibisce l'attività EGFR, Dr. Gazdar detto.

"Le cellule tumorali diventano dipendenti da EGFR", ha detto, quindi queste cellule sono molto più sensibili agli effetti del cancro-uccisione di inibitori di EGFR.

Questo tipo di analisi di geni del cancro potrebbe essere utile per altri tipi di cancro e di altri gruppi etnici, il dottor Gazdar ha detto, forse spiegano sia le diverse manifestazioni della malattia visto tra i gruppi etnici e aprendo la strada a abbinare un trattamento specifico per il paziente .

UT Southwestern altri ricercatori coinvolti nello studio sono stati Dr Pila Estess, assistente professore di patologia; Dr. Mark Siegelman, professore associato di patologia; Dr. Jerry Shay, professore di biologia cellulare; e il dottor John Minna, professore di medicina interna e direttore del Nancy B. e Jake L. Hamon Centro per la terapeutica Oncologia ricerca e il WA "Tex" e Deborah Moncrief Jr. Center for Cancer Genetics.

I ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, Tokyo Medical University, il Centro di Eccellenza in Aging a Chieti, Italia, e UT MD Anderson Cancer Center hanno partecipato anche, come hanno fatto i ricercatori in visita da Chiba University Medical School, Okayama University Medical School e Gifu University Medical School, il tutto in Giappone.

Il lavoro è stato sostenuto dal National Cancer Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha