Analisi genetica Abilita Personalizzazione del trattamento del cancro

Maggio 12, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'analisi genetica ha permesso la personalizzazione del trattamento farmacologico dei pazienti con cancro, migliorando in tal modo l'efficacia terapeutica e riducendo al minimo possibile tossicità. Il team di Biotecnologie Laboratory presso l'Ospedale Universitario (Università di Navarra), in stretta collaborazione con il laboratorio di farmacogenomica presso il Centro di Ricerche Mediche Applicate (CIMA) della stessa Università, ha intrapreso queste analisi predittiva di risposte a farmaci in pazienti con tumore di polmone, colon e alcuni tipi di sarcoma.

La ricerca delle mutazioni di un gene noto come EGFR, che può essere trovata alterata nel cancro del polmone può aiutare a determinare la risposta di un nuovo gruppo di prodotti farmaceutici - la tirosina quinase inibitori del recettore del fattore di crescita epidermica. Inoltre, la presenza di alterazioni genetiche in frammenti specifici di geni PDGFR-alfa e il peccato del gene c-kit può individuare quale trattamento è probabile che sia più efficace in alcuni sarcomi gastrointestinali. A questo proposito, il Dipartimento di Oncologia presso l'Ospedale Universitario (Università di Navarra) e il Centro di Ricerche Mediche Applicate (CIMA) della stessa Università stanno collaborando nell'identificazione di questi cambiamenti genetici sulla base dello studio del tumore prima della applicazione del trattamento nel paziente.

I ricercatori stanno attualmente analizzando i cambiamenti genetici che contribuiranno a definire i parametri necessari per interpretare ciò che il miglior set di farmaci potrebbe essere quella di agire su alcuni tumori, in particolare i tumori del polmone, del colon e sarcomi.




In questo modo, i pazienti che rispondono meglio ad un trattamento specifico possono essere identificati. Allo stesso tempo, i ricercatori riescono a conoscere il profilo di tossicità che possono verificarsi utilizzando questi farmaci medicinali.

Procedura

La procedura consiste in una analisi genetica di un campione di sangue o di tessuto canceroso in cui si osservano l'esistenza di certe mutazioni o polimorfismi e ci permettono di prevedere quali farmaci sono i più adatti per quel particolare paziente. L'analisi fornisce informazioni sull'opzione terapeutico più efficace contro il tumore, così come quello che i potenziali effetti collaterali sono di questo trattamento sul paziente. In questo modo si ottiene una migliore selezione terapeutica e individualizzazione per ogni paziente.

L'analisi di alcune varianti genetiche chiamate polimorfismi aiutano a prevedere un aumento del rischio di tossicità a causa di un trattamento con alcuni farmaci antineoplasic. Fornire il farmaco più idoneo a ciascun paziente significa ridurre i sintomi della tossicità - fatica, malessere digestivo, reazione cutanea, diarrea, vomito, così come alterazioni del fegato e reni. In questo modo il paziente avrà una migliore qualità di vita.

Un certo numero di progetti di ricerca intrapresi da diversi team hanno confermato l'uso di questi marcatori per la risposta e la tossicità e il loro ruolo nella stesura più individualizzato piano terapeutico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha