Analisi supporta l'uso di equazioni di rischio per guidare la terapia con statine

Aprile 6, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un'analisi di quasi 11.000 pazienti, l'esame delle equazioni che guidare se un paziente deve cominciare a prendere le statine (farmaci colesterolo abbassamento) trovato quella osservata e prevista di 5 anni i rischi di malattie cardiovascolari aterosclerotiche erano simili, suggerendo che queste equazioni sono utili per il processo decisionale clinico, secondo uno studio pubblicato on line JAMA in concomitanza con la presentazione al 2014 dell'American College of Cardiology Scientific Sessions.

L'American College of Cardiology (ACC) e l'American Heart Association (AHA) ha recentemente pubblicato la Direttiva 2013 sulla valutazione del rischio cardiovascolare. Come parte di questa linea guida, un gruppo di esperti ha sviluppato le equazioni di rischio pool di coorte, che sono stati progettati per la stima del rischio a 10 anni per infarto miocardico non fatale (MI; attacco di cuore), malattia coronarica (CHD) morte, e ictus non fatale o fatale , in base alle informazioni in questo articolo.

Paul Muntner, Ph.D., della University of Alabama a Birmingham, e colleghi hanno esaminato le equazioni di rischio pool di coorte negli adulti (età 45-79 anni) iscritti nella motivazione geografica e le differenze razziali in Stroke (saluti) di studio tra gennaio 2003 e ottobre 2007, e seguiti fino al dicembre 2010. I ricercatori hanno studiato i partecipanti per i quali il rischio di CVD aterosclerotica può scatenare una discussione di statina iniziazione (pazienti senza clinica CVD aterosclerotica o diabete, livello di colesterolo lipoproteine ​​a bassa densità tra 70 e 189 mg/dL , e non prendendo le statine; n = 10.997). Ulteriori analisi, limitata ai beneficiari Medicare (n = 3.333), aggiunti eventi cardiovascolari aterosclerotici identificati in Medicare sostiene dati.




Tra la popolazione di studio (n = 10.997) per i quali il trattamento con statine dovrebbe essere considerata in base al rischio cardiovascolare aterosclerotica ci sono stati 338 eventi (192 eventi coronarici, 146 ictus). I ricercatori hanno scoperto che i 5 anni CVD aterosclerotica tassi di incidenza osservati e previsti erano simili.

Ci sono stati 234 eventi cardiovascolari aterosclerotiche (120 eventi coronarici, 114 ictus) tra il sottoinsieme dei beneficiari Medicare e osservato e predetto 5 anni aterosclerotica CVD tassi di incidenza sono stati simili per le diverse categorie di rischio in questa popolazione.

"Questi risultati supportano la validità delle equazioni di rischio pool di coorte per informare le decisioni di gestione clinica," scrivono gli autori. "Perché le equazioni di rischio pool di coorte sono stati progettati per stimare a 10 anni aterosclerotica rischio di malattie cardiovascolari, sono necessari studi per garantirne la calibrazione accurata per una durata più lunga."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha