Anche l'attività fisica minore può beneficiare la salute delle ossa nelle donne in premenopausa

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio che sarà pubblicato nel Journal del Endocrine Society of Clinical Endocrinologia e Metabolismo (JCEM) suggerisce che l'attività fisica per le donne in pre-menopausa è molto efficace nel ridurre sclerostina - un noto inibitore della formazione ossea. Inoltre, la formazione fisica migliora IGF-1levels, che hanno un effetto molto positivo sulla formazione ossea.

L'osso è un tessuto che è sempre in evoluzione a causa dei cambiamenti ormonali e l'attività fisica, o la loro mancanza. Sclerostina è una glicoproteina prodotta quasi esclusivamente dagli osteociti, le cellule più abbondanti trovati in ossa umane. Al rilascio, sclerostina viaggia alla superficie dell'osso dove inibisce la creazione di cellule che aiutano ossa sviluppano.

"L'attività fisica fa bene alla salute delle ossa e si traduce in abbassamento sclerostina, un noto inibitore di formazione ossea e migliorare i livelli di IGF-1, un effettore positivo sulla salute delle ossa", ha detto Mohammed-Salleh M. Ardawi, PhD, FRCPath, professore presso il Centro di Eccellenza per la Ricerca e l'osteoporosi Facoltà di Medicina presso King Abdulaziz University in Arabia Saudita e capo ricercatore per questo studio. "Abbiamo anche trovato la formazione di attività fisica che migliora carico meccanico in combinazione con agenti terapeutici anabolizzanti avrà aggiunto effetto positivo sulla salute delle ossa, in particolare la formazione di osso."




Un totale di 1.235 donne in premenopausa scelti a caso sono stati coinvolti in questo studio cross-sezionale. I ricercatori hanno seguito il 58 di queste donne durante un corso di otto settimane di allenamento attività fisica e li hanno confrontati con 62 controlli. Tutte le donne sono state medicalmente esaminati e le misure sono state prese per la densità minerale ossea, marcatori del turnover osseo e sclerostina siero e di IGF-1.

A conclusione dello studio, si è scoperto che le donne che hanno avuto più di due ore di attività fisica a settimana avevano livelli significativamente più bassi di sclerostina sierico, ma aveva i livelli di IGF-1 più elevati rispetto alle donne che hanno avuto meno di due ore di fisica attività per settimana.

"Educazione fisica attività è concettualmente semplice, poco costoso, e può servire a scopi pratici, tra cui la riduzione del rischio di bassa massa ossea, osteoporosi, e di conseguenza fratture", ha detto Ardawi. "Il nostro studio ha trovato che anche piccoli cambiamenti di attività fisica sono stati associati con effetti evidenti sui livelli sierici di sclerostina, marcatori IGF-1 e del turnover osseo."

Altri ricercatori che hanno contribuito con lo studio incluso: Abdulrahim A. Rouzi, e Mohammed H. Qari, sia del Centro di Eccellenza per la Ricerca osteoporosi e Facoltà di Medicina, Ospedale UAE, King Abdulaziz University.

L'articolo "attività fisica nei confronti del siero sclerostina, Insulin-like Growth Factor-1 Marcatori (IGF-1), e Bone fatturato in sani donne in premenopausa: A studio cross-sezionale e longitudinale" apparirà nel numero di ottobre 2012 della JCEM .

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha