Anche la malattia renale lieve danneggia la qualità di un bambino di vita

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sfidare saggezza prevalente che solo i bambini con malattia renale allo stadio terminale subiscono battute d'arresto fisiche, sociali, emotive ed educative dalla loro malattia, di ricerca guidato dal Centro Johns Hopkins bambini dimostra che anche da lieve a moderata malattia renale può diminuire seriamente la qualità di un bambino di vita.

I risultati, riportati nel numero di febbraio di Pediatrics, suggeriscono che è necessaria in precedenza l'attenzione alla qualità della vita problemi in bambini con malattia renale cronica.

"Anche declino lieve e moderata della funzionalità renale possono portare a gravi sfide fisiche, emotive, intellettuali e sociali", spiega portare investigatore Arlene Gerson, Ph.D., uno psicologo pediatrico a Hopkins bambini. "Ciò significa che dovremmo pensare a screening di bambini per queste sfide e di intervenire prima di quanto si pensava una volta."




Ad esempio, i bambini di recente diagnosi che segnalano problemi di apprendimento possono beneficiare di aiuto prima gradi cadere, dicono i ricercatori, sottolineando che i bambini con malattie croniche attualmente non si qualificano per l'educazione speciale finché i loro punteggi diminuiscono drasticamente.

Nel loro studio su 402 bambini, di età compresa tra 2 a 16, con malattia renale da lieve a moderata, i ricercatori hanno analizzato il legame tra funzione renale, la gravità della malattia, l'età di esordio della malattia e la durata, da un lato, e fisico, emotivo, psicologico piu funzionante dall'altro.

I ricercatori hanno inoltre confrontato i risultati di qualità della vita tra i bambini sani e bambini con malattia renale in stadio precoce. I bambini con malattia renale da lieve a moderata ed i loro genitori hanno riportato risultati complessivi peggiori su questionari standard di qualità della vita e dei risultati peggiori su tutti i fattori di qualità della vita.

In particolare, i bambini con malattia renale allo stadio iniziale ha segnato in media 75 su 100 sulle misure di qualità della vita, rispetto ai 83 di 100 per i bambini sani. La differenza è stata particolarmente pronunciata nel funzionamento della scuola, dove i bambini con malattie renali in stadio precoce ha ottenuto 64 su 100, rispetto ai 80 di 100 per i bambini sani.

Lo studio ha anche scoperto che il piccolo è il bambino, al momento della diagnosi e più a lungo il bambino viveva con malattie renali, migliore è la qualità complessiva della vita, una scoperta sorprendente, il che suggerisce che il passare del tempo i bambini imparano a gestire meglio la loro condizione , dicono i ricercatori.

I ricercatori hanno scoperto che i bambini con difficoltà di crescita e bassa statura, un effetto comune della malattia, avevano peggiore qualità complessiva della vita e più povera funzionamento fisico, un indicatore dell'importanza di un trattamento precoce.

"Trattamento tempestivo e su misura individualmente, sia con l'alimentazione, integratori salini o ormoni della crescita, se necessario, può fare una grande differenza. Non possiamo sopravvalutare l'importanza di un intervento precoce nei bambini con primi stadi della malattia renale cronica", dice ricercatore senior Susan Furth, MD Ph.D., un nefrologo pediatrica presso Hopkins bambini.

Info Background:

Malattia renale cronica colpisce 26 milioni di persone negli Stati Uniti.

La ricerca fa parte di un corso di studio 57-centro, finanziato dal National Institutes of Health per studiare la malattia renale cronica nei bambini.

Altri ricercatori sono Alicia Wentz, MA, e Allison Abraham, Ph.D., della Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins; Susan Mendley, M.D., Università del Maryland; Stephen Hooper, Ph.D., University of North Carolina a Chapel Hill; Robert Butler, Ph.D., Oregon Health Science University; Debbie Gipson, MD, University of North Carolina a Chapel Hill; Marc Lande, MD, University of Rochester Medical Center; Shlomo Shinnar, MD, Albert Einstein College of Medicine; Marva Moxey-Mims, M.D., NIH; Bradley Warady, MD, bambini Mercy Hospital, Kansas City, Mo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha