Antibiotici ottenere un 'time-out'

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La resistenza agli antibiotici è un importante problema di salute che riguarda sia la diffusione di infezioni, come il Clostridium difficile, e il bilancio farmaco. I ricercatori della McGill University Health Centre (MUHC) hanno esaminato l'efficacia di adottare un antibiotico "time-out" durante il trattamento, che coinvolge regolarmente ri-valutazione della strategia di trattamento come la situazione clinica evolve. Lo studio, pubblicato nel numero di Annals of Internal Medicine di questo mese, ha dimostrato che strutturati timeout, con una lista di controllo on-line sviluppato a livello locale, porta ad una diminuzione dei costi di antibiotici accoppiato con una diminuzione dell'uso di farmaci mirati. C'era anche un piccolo calo delle infezioni da C. difficile.

"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) quasi il 50 per cento dell'uso di antibiotici è superfluo o inadeguato", spiega il primo autore dello studio dottor Todd Lee, MUHC medico curante e assistente professore di Medicina presso la McGill University. "Tenuto conto di questa statistica, e le nostre preoccupazioni per la resistenza antimicrobica, abbiamo deciso di realizzare un programma di time-out su misura presso il MUHC e valutarne l'efficacia."

Tempo significa out revisione clinica




Lo studio ha coinvolto 679 pazienti ed è stata condotta su un periodo di 18 mesi sui medicina interna unità didattiche clinici presso l'Ospedale Montreal Generale del MUHC. Il concetto di time-out è stato introdotto per i medici e tirocinanti come un'opportunità per rivedere l'indicazione, dose e la durata dell'uso di antibiotici, quando si sono resi disponibili nuove informazioni cliniche. Il personale è stato anche istruito sugli orientamenti antibiotici e ha partecipato a una revisione strutturata bisettimanale di tutti i pazienti trattati con antibiotici. Questo approccio ha portato a cambiamenti di dosi, la durata del trattamento, e cambiamenti nel tipo di antibiotico prescritti, che a sua volta ha portato alla riduzione dei costi e una piccola diminuzione di C. difficile.

"Il nostro approccio legato formazione specifica sull'uso di antibiotici con uno strumento strutturale per esaminare e guidare questo uso," dice l'autore senior dello studio Dr. Louise Pilote, ricercatore presso l'Istituto di ricerca del MUHC, capo of General Internal Medicine presso l'MUHC e un professore di medicina presso la McGill University. "Questo potrebbe tradursi in migliori pratiche di prescrizione. In generale, i medici credevano che il processo migliorato il loro comfort con antibiotici e ha fornito valore clinico."

"Speriamo che questo approccio consentirà una più diffusa applicazione di auditing antibiotico e che questo influenzerà il futuro prescrizione, trasformando alti tassi di oggi di uso di antibiotici appropriati nella nota storica di domani", aggiunge il dottor Lee.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha