Anticipi In ricerca di geni associati con il cancro del colon

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di 10 anni che coinvolge migliaia di ebrei e arabi israeliani, condotto da ricercatori di istituzioni americane e israeliane, ha dato nuove importanti informazioni per la ricerca di geni che rendono una persona più probabilità di sviluppare il cancro al colon.

In un articolo che sarà pubblicato nel numero di luglio di Biologia Cancro e Terapia, riferisce il team di ricerca internazionali a trovare un nesso significativo tra variazione genetica in una singola regione del cromosoma umano 8 e il rischio di cancro del colon-retto.

Il collegamento è stato trovato da un dettagliato confronto tra il materiale genetico da migliaia di pazienti affetti da cancro del colon e non i pazienti, e per valutare l'incidenza del cancro al colon tra gli stretti familiari di pazienti affetti da cancro del colon.




In tutto, le persone che portano la variazione genetica specifico, chiamato un marker, sono risultati essere il 23 per cento più probabilità di avere il cancro al colon rispetto alle persone senza il marcatore. I ricercatori stimano che questa variazione genetica unica potrebbe rappresentare il 14 per cento dei casi di cancro del colon-retto in Israele, dove il cancro del colon è la principale causa di decessi per cancro. Il marcatore specifico si chiama allele C di rs10505477.

Altri tre gruppi di ricerca stanno segnalando risultati simili oggi sulla rivista Nature Genetics, avendo allo stesso tempo trovato la loro strada per la stessa piccola area del cromosoma 8, chiamato 8q24, nella ricerca di cancro del colon legami genetici. Il fatto che questi studi sono stati eseguiti tra le altre popolazioni di tutto il mondo suggerisce che questo marcatore genetico è molto influente tra gruppi etnici.

Il nuovo Cancer Biology e carta Therapy è da un gruppo internazionale di scienziati della University of Michigan Medical School e Scuola UM di Salute Pubblica, l'Istituto Catalano di Oncologia in Spagna, la CHS Nazionale Centro di controllo israeliano Cancro e Technion - Israel Institute di Tecnologia.

E 'il prodotto di una costante collaborazione Michigan-Israele, l'epidemiologia molecolare del progetto cancro colorettale, che per 10 anni ha cercato di indizi per le radici genetiche del cancro al colon con campioni provenienti da un gran numero di persone in Israele con nota eredità ancestrale. Il progetto è finanziato dal National Cancer Institute, con un finanziamento supplementare della Weinstein Fondazione Irving.

I ricercatori hanno confrontato la composizione e la famiglia la storia genetica di più di 1.800 pazienti affetti da cancro del colon-retto con quello di 1.900 persone sane con la stessa ripartizione di età, sesso ed etnia - sia Ashkenazi Ebreo, sefardita Ebreo o arabo/non-Ebreo. Campioni di tessuto tumorale da molti malati di cancro sono stati testati. Il collegamento genetico tra il cancro al marcatore e del colon era particolarmente forte tra i pazienti con diagnosi di tumore del colon in giovane età, sotto i 50 anni.

Stephen Gruber, MD, Ph.D., co-leader del team del Michigan-israeliana e primo autore della nuova carta, dice che la nuova scoperta è particolarmente interessante se considerato insieme a recenti scoperte nella genetica del cancro alla prostata e al seno.

"La stessa regione genetica che predispone al cancro del colon ha recentemente dimostrato di essere una regione importante che predispone al cancro al seno e il cancro alla prostata," dice. "La causa genetica specifica per questa sensibilità comune per tre diversi tipi di cancro non è ancora stato scoperto, ma diversi gruppi stanno lavorando per chiudere in sul meccanismo che potrebbe causare questi tumori."

Gruber è professore associato di medicina interna e di genetica umana nel UM Medical School, e di epidemiologia presso la Scuola UM of Public Health. Dirige il programma Cancer Genetics in UM Comprehensive Cancer Center, che si concentra sui rischi di cancro ereditarie.

Scoperta genetica in Israele attraverso MECC ha già dimostrato altamente informativo. Senior autore Gad Rennert MD, Ph.D., del Carmelo Medical Center e il B. Rappaport Facoltà di Medicina Technion di Haifa, Israele, dice: "Lo studio delle popolazioni di Israele ha dimostrato di essere particolarmente fruttuoso nel contribuire alla conoscenza sulla genetica di tumori principali. Ciò è dovuto alle caratteristiche uniche della popolazione e la nostra capacità di studiare in maniera rappresentativa. "

Svelare i misteri della suscettibilità alla malattia si sta muovendo rapidamente dopo la pubblicazione della sequenza completa del genoma umano nel 2003. Dice Gruber, "Il mistero del rapporto tra il nostro codice genetico e la malattia è ora di iniziare a diventare chiaro, e molti scienziati si rivolgono allo stesso capitolo per trovare indizi importanti per il cancro del colon-retto ". Lui ei suoi colleghi intenzione di continuare il loro impegno a zero sulle variazioni genetiche coinvolte nel cancro.

Anche se non vi è ancora un test di screening per la variazione genetica che è stato individuato nello studio, Gruber e il suo co-autori sottolineano che i test genetici è disponibile per le altre variazioni genetiche conosciute legate al cancro del colon-retto. Le persone con una storia familiare di cancro al colon, in particolare i casi che ha avuto inizio quando i parenti erano di età inferiore ai 50 anni, dovrebbero ottenere la consulenza genetica e hanno colonscopie o altri test di screening a partire presto nella vita di 50 anni.

"Il cancro del colon è uno dei tumori più comuni negli Stati Uniti, e la buona notizia è che è in gran parte prevenibili con screening precoce", dice Gruber. L'American Cancer Society stima che circa 150.000 nuovi casi di cancro al colon saranno diagnosticati nel 2007, e si verificherà più di 50.000 morti per cancro del colon-retto.

Sebbene la maggior parte dei tumori non sono "ereditati", alcune famiglie sono particolarmente suscettibili al cancro e possono beneficiare di una diagnosi precoce o altre strategie di riduzione del rischio. Le persone interessate di una storia familiare di cancro, o di coloro che sono stati diagnosticati con cancro del colon prima dei 50 anni o dopo avere due o più parenti con diagnosi di malattia, devono parlare con il loro medico circa i possibili benefici di una consulenza genetica, dice Gruber. Counseling può essere fatto sia per i pazienti e familiari.

Oltre a Gruber e Rennert, co-autori del nuovo carta sono Victor Moreno di UM e dell'Istituto Catalano di Oncologia in Spagna, Laura S. Rozek di Ematologia UM/Oncologia, Hedy Rennert e Flavio Lejbkowicz di CHS National Cancer Control Center e Technion , Joseph D. Bonner, ex di UM e ora presso la Michigan State University, e Joel K. Greenson, Thomas J. Giordano e Eric R. Fearon del Dipartimento di Patologia UM.

.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha