Anticorpo collegato a MS significativamente più alta nel liquido spinale Del Neri

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un anticorpo frequentemente usato come marker diagnostico per la sclerosi multipla (SM) è presente a livelli più elevati nel liquido cerebrospinale dei neri con SM rispetto ai caucasici con la malattia. I risultati suggeriscono che le differenze genetiche tra i gruppi etnici contribuiscono ai cambiamenti del sistema immunitario, influenzando la suscettibilità alla SM. E aggiungono un altro pezzo di un puzzle allettante ma testardo: Perché i neri diventano MS meno spesso rispetto ad altri gruppi etnici, ma soffrono di sintomi più gravi quando sviluppano la malattia "

"Questi anticorpi sono indicatori di infiammazione, ma ancora non capisco come l'infiammazione è legata alla prognosi," dice il primo autore John R. Rinker II, MD, che ha fatto il lavoro come ricercatore presso Washington University School of Medicine in St. Louis e ora è assistente professore di neurologia presso l'Università di Alabama a Birmingham. "Nessuno ancora sa veramente perché i livelli di infiammazione variano da un paziente con SM per il prossimo."

Il nuovo studio ha misurato i livelli di IgG nel liquido cerebrospinale, un anticorpo sistema immunitario. Rinker e altri hanno già collegato maggiori IgG a più aggressivo SM nella popolazione generale dei pazienti. Ma questo stesso link non poteva essere ristabilita nel nuovo studio, che ha valutato la gravità della malattia confrontando il tempo di diagnosi di SM a quando il paziente aveva bisogno prima assistenza a piedi. Pazienti di razza nera bisogno di aiuto per camminare prima - una media di nove anni dopo la diagnosi rispetto a 17 anni per i caucasici - ma caso per caso, gli scienziati potrebbero non utilizzare più IgG per prevedere una precedente richiesta di assistenza in piedi.




"Può darsi che non abbiamo ancora messo a fuoco sulla caratteristica malattia destra o pietra miliare nella nostra ricerca di fattori che correlano con l'infiammazione spinale", spiega Rinker. "Spero di ampliare la ricerca di correlazioni in studi di follow-up."

I risultati sono pubblicati nel 3 luglio questione di Neurologia.

Gli epidemiologi stimano che 400.000 persone negli Stati Uniti hanno MS. I sintomi, che spesso colpiscono a raffica episodiche, sono vescica e disfunzione intestinale, problemi di memoria, stanchezza, vertigini, depressione, difficoltà a camminare, intorpidimento, dolore e problemi di visione. La malattia è più comune tra i caucasici rispetto a qualsiasi altro gruppo e colpisce due a tre volte di più le donne rispetto agli uomini.

La ricerca ha dimostrato che i fattori genetici contribuiscono al rischio di SM, ma non sono l'unico fattore determinante. Gli scienziati ritengono che MS è probabilmente innescato da una infezione batterica o virale. L'infezione provoca una risposta anomala del sistema immunitario che ha deviato le difese del corpo contro la mielina, una guaina protettiva che avvolge molte cellule nervose.

Per aiutare clinch una diagnosi di SM, i medici spesso testare il liquido spinale per i livelli elevati di IgG. Poiché tutti fanno IgG come parte della normale funzione immunitaria, gli scienziati hanno per valutare i livelli di IgG cerebrospinale utilizzando un indice che anche fattori nella quantità di IgG nel sangue del paziente e l'integrità della barriera emato-encefalica, che limita l'accesso al cervello .

"Alti livelli di IgG nel sangue di una persona sana può causare questo anticorpo per penetrare sopra nel liquido cerebrospinale, quindi un alto livello di IgG vertebrale non è di per sé molto rivelatore," spiega l'autore senior Anne Croce, MD, professore di neurologia e di testa della sezione neuroimmunologia. "Nei diversi in pazienti con SM è che fanno IgG nel sistema nervoso centrale. Possiamo determinare che questo è il caso, utilizzando l'indice IgG."

Lavorare al John L. Trotter MS Center at Washington University, Rinker analizzato campioni da 66 pazienti di razza nera con SM e 132 caucasici con la malattia. Secondo l'indice, livelli di IgG neri "erano il 29 per cento superiore. Studio coautore Rob Naismith, MD, e altri hanno già dimostrato che, mentre i neri sviluppano MS meno frequentemente, le conseguenze sono spesso più gravi.

"Accesso inferiore alle cure e ai farmaci può contribuire a questo effetto, ma a parte questi potenziali fattori che contribuiscono, afro-americani con SM sembrano ancora avere forme più aggressive e soffrire di più la disabilità", dice Croce.

Rinker JR II, Trinkaus K, Naismith RT, Croce AH. Un più elevato indice IgG in afroamericani rispetto caucasici affetti da sclerosi multipla. Neurologia, 3 luglio 2007.

Finanziamento dal National Institutes of Health e la National Multiple Sclerosis Society sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha