Anticorpo policlonale doppia azione può offrire più efficace, una protezione sicura contro l'osteoporosi

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio suggerisce che un anticorpo policlonale che blocca ormone follicolo-stimolante (FSH) in topi senza ovaie potrebbe offrire un modo più efficace per prevenire o arrestare l'osteoporosi rispetto ai trattamenti attualmente disponibili.

Lo studio ha utilizzato un modello murino della menopausa per dimostrare che una iniezione di un anticorpo policlonale antipeptide migliora la rigenerazione ossea rallentando contemporaneamente distruzione ossea e costruzione delle ossa, dicono i ricercatori della Mount Sinai School of Medicine, New York. Inoltre, l'anticorpo monoclonale è probabile che sia sicuro poiché è eliminato dal sangue e non viene mantenuta nelle ossa.

I risultati dello studio sono stati pubblicati online il 20 agosto nei Proceedings giornale della National Academy of Sciences.




"La perdita ossea nelle donne inizia molto presto, almeno due o tre anni prima dell'ultimo periodo di una donna ed entro otto a dieci anni, una donna perde il 50% della sua perdita ossea vita", dice ricercatore senior dello studio, Mone Zaidi, MD , Professore di Medicina e di Biologia Strutturale e chimica, al Mount Sinai School of Medicine di New York. "E 'avviene in modo indolore, senza preavviso fino a un punto in cui frattura donne."

Zaidi, che è direttore, del Sinai Bone Programma Monte, al Mount Sinai School of Medicine, New York, è il ricercatore senior della ricerca che ha sviluppato l'anticorpo antipeptide policlonale di FSH e testato nei topi le cui ovaie sono stati rimossi. Peptidi sono brevi catene di amminoacidi, e l'anticorpo FSH è un anticorpo altamente specifico.

"Alcuni anni fa, abbiamo dimostrato che FSH [ormone follicolo stimolante] regola direttamente osso bypassando l'asse estrogeni", dice Zaidi. FSH alza presto in menopausa, stimola la rimozione delle ossa e regola negativamente la formazione ossea. "Bloccando FSH con l'anticorpo policlonale FSH-specifica, siamo stati in grado di bloccare il riassorbimento osseo da parte degli osteoclasti [cellule che degradano l'osso] e stimolare la formazione ossea mediante cellule osteoblasti [cellule che costruiscono osso]."

Zaidi ha riassunto l'obiettivo del gruppo di ricerca:. "Il nostro obiettivo è quello di trovare un modo per prevenire l'osteoporosi, piuttosto che limitarsi a curare le malattie istituito con farmaci che sono ben tollerati Noi crediamo che un futuro anticorpo monoclonale umanizzato di FSH è probabile che sia più sicuro di trattamenti esistenti perché non risiederà nell'osso. "

Il National Institutes of Health, il Department of Veterans Affairs, e il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti ha sostenuto la ricerca.

Altri alti ricercatori Mount Sinai coinvolti nello studio sono stati Terry F. Davies, MD, Li Sun, MD, e Maria Nuova, MD.

I ricercatori del Sinai Bone Programma Mount hanno fatto scoperte rivoluzionarie nella comprensione rimodellamento osseo e lo sviluppo di nuovi trattamenti per l'osteoporosi, le stime, interessa 50 milioni di donne in tutto il mondo. Recentemente, il gruppo ha scoperto l'asse ipofisi osso, che ha rivoluzionato il paradigma per comprendere l'osteoporosi.

Il Sinai Bone Programma Monte è stato istituito nel 1999 con il dottor Zaidi come suo direttore e fondatore. E 'riconosciuto a livello nazionale ed internazionale per la sua ricerca traslazionale all'avanguardia e molto ricercato dopo il lavoro clinico in osteoporosi e altre malattie delle ossa, comprese le malattie genetiche rare, come la malattia di Gaucher. E 'supportato dal National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha