Antiossidante Protegge danni contro Lung In silicosi

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I livelli di eme ossigenasi-1 (HO-1), un antiossidante che protegge contro le specie reattive dell'ossigeno (molecole di ossigeno che causano danni danno tissutale diretta), diventano elevati nei polmoni dei pazienti silicosi cronica e potrebbe rappresentare un nuovo approccio terapeutico per la malattia .

Questi risultati appaiono nel secondo numero per ottobre 2006 della American Journal of respiratorie e Critical Care Medicine, pubblicato dalla American Thoracic Society.

Yoshiaki Ishigatsubo, MD, Ph.D., del Dipartimento di Medicina Interna e Immunologia Clinica presso Yokohama City University in Giappone, e 11 collaboratori studiato 46 pazienti maschi con la silicosi, una malattia infiammatoria causata dall'inalazione di silice cristallina per periodi prolungati. Lo studio ha incluso 27 pazienti maschi con malattia polmonare ostruttiva cronica e 27 volontari maschi sani come controlli. I ricercatori hanno anche studiato un modello murino di silicosi.




Risultati silicosi dall'esposizione alla silice cristallina in miniere e fonderie, a operazioni di brillamento di sabbia e in pietra, argilla, e impianti di produzione di vetro. La silice cristallina induce la produzione di specie reattive dell'ossigeno, che possono causare tessuto cicatriziale sviluppare nei polmoni.

Circa 1 milione di lavoratori si ritiene siano stati esposti alla polvere di silice nei pazienti silicosi US Più di 10.000 sono attualmente seguita in Giappone.

"Polmonare HO-1 è aumentata in silicosi", ha detto il dottor Ishigatsubo. "HO-1 sopprime reattive attività specie di ossigeno, e le sue successive modificazioni patologiche, riducendo in tal modo la progressione della malattia."

I ricercatori hanno notato che il loro lavoro è stato il primo a dimostrare che HO-1 è sintetizzato nei polmoni di pazienti con silicosi, contribuendo così ad un aumento significativo di siero HO-1 livelli in questi pazienti.

"Particelle di silice sono costantemente associati a lesioni contenenti HO-1 le cellule che esprimono", ha aggiunto il dottor Ishigatsubo. "Il numero di cellule che esprimono HO-1 era significativamente più alta nei pazienti con silicosi rispetto ai soggetti di controllo."

I ricercatori hanno detto che i loro risultati attuali indicano che il siero HO-1 livelli "silicosi pazienti correlano significativamente con il loro livello di test di funzionalità polmonare primaria e capacità vitale. (Capacità vitale è la quantità massima di aria che può essere espirato dopo inalazione massima, che mostra lo stato del tessuto polmonare.)

Gli autori ritengono che se il siero HO-1 deriva principalmente da lesioni polmonari, potrebbe anche rappresentare un nuovo biomarcatore per valutare la gravità di silicosi.

Nella loro studi sui topi, emina, un potente induttore di HO-1, soppresso l'infiammazione acuta dopo l'esposizione di silice, considerando protoporfirina zinco, un inibitore di HO-1, ha accelerato lo sviluppo di lesioni silicosi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha