Antiossidanti durante la gravidanza può aiutare a prevenire difetti di nascita legato a alcol

Aprile 2, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

CAPPELLA HILL - Le donne incinte che abusano di alcol può ridurre il rischio di difetti alla nascita nei loro bambini da assunzione di antiossidanti durante la gravidanza, una University of North Carolina a Chapel Hill studio indica.

La nuova ricerca ha rilevato una riduzione del 36 per cento in malformazioni degli arti nella prole di topi in gravidanza esposte a etanolo e, allo stesso tempo dato un composto antiossidante di nuova concezione chiamato EUK-134.

Appare Lo studio on-line Venerdì (18 giugno) in FASEB-J, la rivista della Federazione delle Società Americana per la Biologia Sperimentale.




"Ciò che rende unico questo studio è che mostra per la prima volta che dare antiossidanti per una madre incinta, allo stesso tempo lei è esposto a alcol può ridurre l'incidenza di malformazioni maggiori", ha detto il dottor Kathleen K. Sulik, professore di cellulare e biologia dello sviluppo presso la Scuola di Medicina di UNC.

Gli antiossidanti proteggono componenti cellulari chiave neutralizzando gli effetti dannosi dei radicali liberi, sottoprodotti naturali del metabolismo cellulare. I radicali liberi si formano quando l'ossigeno viene metabolizzato, o bruciato, dal corpo. Viaggiano attraverso le cellule, interrompendo la struttura di altre molecole, causando danni cellulari. Tale danno cellulare è creduto per contribuire all'invecchiamento e vari problemi di salute. Esempi di antiossidanti sono selenio, vitamina C ed E, zinco e superossido dismutasi (SOD o), un zinco e rame o enzimatica contenente manganese che reagisce con i radicali superossido convertirli a entità chimiche meno pericolose.

Antiossidanti alimentari hanno suscitato notevole interesse nella stampa popolare come potenziali trattamenti per il cancro, aterosclerosi, malattia infiammatoria cronica e l'invecchiamento.

Sulik, membro del Centro Bowles dell'università per Alcohol Studies, ha detto un obiettivo importante della sua ricerca è stato meccanismi cellulari coinvolti nella formazione di difetti di nascita, in particolare quelli legati alla etanolo l'esposizione, come i disturbi dello spettro fetale alcolico, o FASD. Fino ad ora, gran parte di questa ricerca presso UNC e altrove ha coinvolto le cellule che crescono in laboratorio.

"Abbiamo utilizzato cellule embrionali della cresta neurale, che sono molto sensibili a etanolo", ha detto il dottor Shao-yu Chen, membro del Centro Bowles per Alcohol Studies, assistente professore di biologia cellulare e dello sviluppo e autore principale del nuovo rapporto.

"In un sistema di coltura cellulare, etanolo induce la morte di queste cellule. Ma quando poniamo antiossidanti nella coltura insieme con etanolo, le cellule sono protette da morte cellulare." Chen ha anche dimostrato che la morte cellulare indotta etanolo è legato alla generazione di radicali liberi. "Abbiamo utilizzato superossido dismutasi e vitamina E e ha scoperto che in presenza di etanolo entrambi gli agenti riducono la produzione di radicali liberi," ha detto.

Chen e Sulik hanno esteso le loro ricerche coltura cellulare di un intero sistema di coltura degli embrioni. In questa tecnica, embrioni precoci mouse sono coltivate in laboratorio ed esposti a vari livelli di etanolo e antiossidanti. Gli embrioni vengono poi monitorati per la prova di morte cellulare e di sviluppo anormale. "Utilizzando questo metodo, abbiamo anche dimostrato che la SOD può diminuire la morte cellulare indotta da etanolo e malformazioni successive", ha detto Chen.

Per quanto riguarda il nuovo studio, ha detto Sulik, le implicazioni si applicano direttamente alle persone con l'alcolismo. "Lo stato nutrizionale di alcolisti non è la migliore. Le persone che sono alcoliche, per definizione, non possono controllare loro bere e spesso non possono smettere di bere durante la gravidanza.

"E così il punto concreto di questo lavoro è che forse possiamo ridurre alcuni dei problemi che potrebbero esistere se lo stato nutrizionale delle madri alcoliche migliora. Sarebbe bello se queste donne avrebbero integrare la loro dieta con un multivitaminico quotidiano."

Tuttavia, proprio come l'alcool, anche troppe vitamine (soprattutto vitamina A) può essere dannoso per il feto, Sulik ha detto. "L'idea di una possibile aggiunta di antiossidanti per bevande alcoliche è stata proposta come un modo per aiutare la situazione, almeno un po ', per quelle donne che non riescono a smettere di bere alcolici."

La quantità di alcool utilizzato nello studio è alta, Sulik aggiunto, equivalente alla quantità che sarebbe aumentare il livello di alcol nel sangue di una persona fino a 0,4 o 0,5. Questo è un livello che può essere raggiunto da alcolisti cronici, persone che hanno acquisito una tolleranza per l'alcol. "Praticamente tutti i bambini nati con la sindrome alcolica fetale in piena regola, con malformazioni causate dall'alcol, sono nati per alcolisti cronici", ha detto Sulik. "Alcolismo cronico è un problema enorme nella nostra popolazione."

I risultati del 2001-2002 Nazionale Epidemiologico Survey on Alcohol and Related Conditions (NESARC), uno studio diretto dall'Istituto nazionale su abuso di alcool e l'alcolismo (NIAAA), mostrano che il numero di americani adulti di età dai 18 anni che abusano di alcol o sono dipendenti dall'alcol è passato da 13,8 milioni (7,41 per cento), nel 1991-1992 a 17,6 milioni di euro (8,46 per cento) nel 2001-2002.

"Non c'è nessun 'numero magico' da una cassetta di sicurezza rispetto a quantità pericolose di alcol consumato durante la gravidanza", ha detto Sulik. "Sarebbe differiscono da persona a persona. Sarebbe diverso a seconda della fase della gravidanza, la sensibilità del feto in via di sviluppo.

"E le tappe che stiamo guardando sono davvero molto presto, prima che le donne sarebbero ancora riconoscere gravidanza La linea di fondo:. Se c'è una possibilità di rimanere incinta, non bevo, o se si sta bevendo non rimanere incinta . "

La ricerca è stata sostenuta da sovvenzioni dal National Institute on abuso di alcool e l'alcolismo. "Questo è un elegante espansione del Dr. Sulik e del lavoro di altri ricercatori che rafforza ulteriormente la nostra comprensione dei processi ossidativi coinvolti nello sviluppo dei disturbi dello spettro fetale alcolico. Questa scoperta potrebbe contribuire ad un nuovo approccio nella prevenzione FASD," ha detto il dottor Kenneth Warren, direttore associato dell'istituto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha