Anziani pazienti con cancro mammario può essere sotto-diagnosticata e sotto-trattata

Maggio 26, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti anziani con cancro al seno che hanno ricevuto cure in un ambiente ospedaliero comunità possono essere stati sotto-diagnosticato, sotto-messa in scena e sotto-trattati, secondo un rapporto nel numero di ottobre di Archives of Surgery, una delle JAMA/Archivi riviste.

Il numero di pazienti con cancro mammario più anziani è aumentata insieme alla popolazione anziana generale, in base alle informazioni in questo articolo. Circa la metà dei pazienti con cancro al seno sono più di 65 anni e il 35 per cento ha più di 70; Il 77 per cento dei decessi per cancro al seno si verificano in donne di età superiore a 55. La scelta del trattamento appropriato per i pazienti più anziani è una sfida, perché molti hanno altre malattie gravi, oltre a loro cancro che possono minacciare la loro salute e accorciare la loro vita. Le domande rimangono circa i migliori protocolli di screening per le donne anziane, come pure. Alcune linee guida attuali suggeriscono che le donne smettono di avere mammografie all'età di 70 anni, mentre altri forniscono alcun limite superiore.

David A. Litvak, MD, poi di Michigan State University, Lansing, e ora al Kaiser Permanente Medical Center, Orange County, in California., E Rajeev Arora, MD, ha utilizzato un database del Registro tumori di identificare 354 donne di età 70 o più anziani che erano con diagnosi di cancro al seno tra il 1992 e il 2002 in un ospedale di comunità. I ricercatori hanno studiato il gruppo di donne nel suo complesso e anche loro divisi in tre gruppi di età per l'analisi: età 70-74 (136 pazienti), da 75 a 79 (115 pazienti) e 80 o più anziani (103 pazienti).




Nel complesso, il 46 per cento dei pazienti è venuto al loro medico con il cancro al seno che potrebbe essere sentito nel corso di un esame fisico. Anche se il 72 per cento di tutte le donne e il 60 per cento di quelli di età 80 e più anziani avevano mammografie, sono stati utilizzati principalmente per verificare i risultati dell'esame fisico - mammografie scoperto il cancro al seno in precedenza non rilevato in solo il 54 per cento dei pazienti, tra cui il 38 per cento di quegli 80 anni o più. Più del 70 per cento dei pazienti erano nelle prime fasi del cancro, le fasi I e II, al momento della diagnosi, ma la valutazione dei linfonodi per valutare a fondo la progressione del cancro è stato omesso nel 36 per cento dei casi (il 56 per cento di quelli in donne 80 o più).

Circa la metà delle donne ha ricevuto chirurgia conservativa del seno; Tuttavia, i tassi di chemioterapia, radioterapia e terapia ormonale erano più bassi di quanto ci si aspetterebbe e sono stati più bassi tra le donne più vecchie. Ad esempio, il 12 per cento di tutti i pazienti, il 19 per cento di coloro che 70 anni a 74 e 5 per cento di quelli di età superiore a 80 sono stati sottoposti a chemioterapia. "Abbiamo anche notato omissioni di trattamento in pazienti con le indicazioni per il trattamento adiuvante [combinazione]", comprese quelle in cui il tumore si era diffuso ai linfonodi o che avevano tumori positivi ai recettori degli estrogeni, gli autori scrivono. "Tutti insieme, 70 pazienti (20 per cento) avevano linfonodi positivi. Di questi pazienti, il 29 per cento ha ricevuto la chemioterapia. Inoltre, solo il 17 per cento dei pazienti di età 80 anni o più anziani ha ricevuto chemioterapia in presenza di malattia linfonodale, significativamente inferiore al 70- per gruppi di età di 74 anni. "

Anche se i risultati di questo studio non confermano che questi modelli di diagnosi e di trattamento in donne anziane portano a peggiorare la salute, altri elementi di prova suggerisce che questo è il caso, continuano. "Contrariamente alle credenze molti medici, i dati suggeriscono che adattano i pazienti più anziani traggono gli stessi benefici di un trattamento come i loro colleghi più giovani," concludono gli autori. "La pietra angolare del trattamento di pazienti con carcinoma mammario più anziani è una valutazione geriatrica adeguato che aiuta l'aspettativa di vita stima e prevedere la tolleranza del trattamento. Le strategie di trattamento deve quindi essere individualizzato sulla base di questa valutazione." Linee guida di screening dovrebbero anche essere personalizzati per il paziente; coloro che si aspettano di vivere più di cinque anni supplementari dovrebbero continuare ad avere mammografie, scrivono.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha