Anziani possono essere più probabilità di morire se hanno ipertiroidismo subclinico

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una anomalia ormonale comune negli adulti più anziani - una lieve forma di ipertiroidismo chiamato ipertiroidismo subclinico - è legata ad un rischio molto più elevato di morte, un nuovo studio trova.

I risultati sono stati presentati al 93 ° Meeting Annuale della Endocrine Society a Boston.

Poiché questa condizione a volte non ha nemmeno causa sintomi, le persone anziane possono essere a conoscenza che hanno alterato la funzione della tiroide fino verificano gravi complicazioni, ha detto l'autore principale dello studio, Graziano Ceresini, MD, PhD, un ricercatore clinico presso l'Università di Parma in Italia.




"Ipertiroidismo subclinico può essere responsabile di importanti problemi di salute, come aritmie cardiache - battito cardiaco irregolare - così come la struttura ossea alterata e anomalie cognitive, soprattutto in individui anziani", ha detto Ceresini. "Ora sappiamo che anche può essere accompagnata da un aumento della mortalità in persone di età 65 anni."

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno utilizzato i dati del Aging italiana nello studio Chianti per valutare la relazione tra funzione tiroidea e la morte per tutte le cause nelle persone anziane. Tiroide risultati dei test di funzionalità erano disponibili per 950 soggetti di età di 65 anni o più. Al momento dell'arruolamento nello studio, 819 soggetti (86 per cento) hanno avuto la funzione tiroidea normale e 83 (quasi il 9 per cento) aveva ipertiroidismo subclinico.

Tecnicamente, ipertiroidismo subclinico è una concentrazione al di sotto-normale o non rilevabile nel sangue di-ormone stimolante la tiroide (TSH) con livelli normali di ormoni tiroidei chiamati T3 e T4 libero.

Nel valutare le statistiche di morte, i ricercatori hanno aggiustato per età, sesso e altri fattori che potrebbero falsare i risultati, come l'insufficienza cardiaca congestizia, indice di massa corporea, cancro e ictus. Essi hanno scoperto che i soggetti che avevano ipertiroidismo subclinico all'inizio dello studio avevano un rischio 65 per cento più alto di morire nel corso di sei anni di follow-up di fatto soggetti con normale funzione tiroidea.

"Anche se i nostri risultati sembrano suggerire la necessità di test di funzionalità tiroidea nelle persone anziane, è necessaria la conferma dei nostri dati da ulteriori studi prima di una raccomandazione di screening può essere fatta. Non ci sono le attuali raccomandazioni per testare tutti gli individui anziani per ipertiroidismo subclinico," ha detto Ceresini .

Egli ha suggerito, tuttavia, che le persone anziane con sintomi di ipertiroidismo subclinico, soprattutto aritmie o malattie della tiroide, dovrebbero chiedere al loro medico di ottenere un test di funzionalità tiroidea. Altri sintomi possono includere perdita di peso, sensazione di troppo caldo e nervosismo.

Ipotiroidismo subclinico, o una tiroide underactive leggermente, è anche comune nelle persone anziane, ma in questo studio non era legata alla ridotta sopravvivenza. Non c'erano abbastanza soggetti con palese tiroide iperattiva o per analizzare il loro rischio di morte, gli autori segnalati.

Il National Institute on Aging ha partecipato e contribuito a finanziare questo studio. Sia il Ministero italiano della Salute e del Ministero dell'Università e della Ricerca italiano anche fornito finanziamenti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha