Apparente legame genetico per il cancro alla prostata negli uomini afro-americani determinati

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alcuni uomini di origine africana possono avere un rischio genetico elevato di sviluppare il cancro alla prostata, secondo una ricerca condotta presso la Keck School of Medicine della University of Southern California (USC).

Lo studio di associazione genome-wide, pubblicato sulla rivista Nature Genetics, il 22 maggio, ha determinato un indicatore di rischio per il cancro alla prostata negli uomini di origine africana, che tendono a più suscettibili al cancro alla prostata rispetto agli uomini di origine non-africana. Il team di ricerca è stato condotto da Christopher Haiman, ScD., Alla USC Norris Comprehensive Cancer Center e Hospital, parte della Keck School.

"Questo è un luogo rischio romanzo per il cancro alla prostata, e il primo studio di questo tipo condotto in uomini di origine africana", ha detto Haiman, professore associato presso il Dipartimento di Medicina Preventiva Keck School. "Abbiamo cercato di capire perché gli uomini afro-americani hanno un rischio maggiore di cancro alla prostata. Questi risultati potrebbero aiutarci a capire meglio se c'è un contributo genetico alla disparità di rischio per questo cancro comune."




La ricerca ha esaminato alleli di rischio comuni per il cancro alla prostata negli uomini di origine africana per determinare un possibile motivo per l'alta incidenza di cancro alla prostata in questa popolazione. La ricerca si è concentrata su circa un milione di polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) marcatori in tutto il genoma di 3.425 uomini afro-americani con cancro alla prostata e 3.290 afro-americani controlli maschili. La ricerca alzato una variante rischio romanzo sul cromosoma 17q21. La frequenza di questo marcatore è del 5 per cento negli uomini di origine africana, ma è raro in altre popolazioni.

La scoperta si basa su risultati diversi anni fa dal team di Haiman di una regione sul cromosoma 8q24 rischio, che contiene anche indizi sul motivo per cui più uomini in questa popolazione sono probabilità di sviluppare il cancro alla prostata.

I risultati confermano la necessità di indagini genome-wide aggiuntivi per individuare marcatori di rischio che sono comuni o rare, che possono svolgere un ruolo nella malattia disparità etniche e razziali, Haiman detto.

La ricerca fa parte dello studio Multiethnic Cohort (MEC), condotto tra il Keck School e l'Università di Hawaii, e finanziato dal National Cancer Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha