Arresti cardiaco defibrillabile sono più comuni in pubblico di casa, secondo uno studio

Aprile 2, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Arresti cardiaci che possono essere trattati con la stimolazione elettrica, noto anche come arresti trattabile, sono stati trovati ad una frequenza più elevata in ambienti pubblici che in casa, secondo un National Institutes of studio che appare nel 27 gennaio questione del New Health-finanziato England Journal of Medicine.

Lo studio a casa, rispetto e arresti cardiaci pubblici sotto vari scenari. Ad esempio, lo studio ha esaminato se astanti o servizi medici di emergenza (EMS) personale testimoniato l'arresto cardiaco, e se la persona che sperimenta l'arresto sono stati trattati con un defibrillatore automatico esterno (DAE).

In ogni scenario, una più alta percentuale di arresti cardiaci pubblici sono stati classificati come tachicardia ventricolare (VT) o la fibrillazione ventricolare (VF), i tipi di anomalie del ritmo cardiaco che possono essere trattati con scosse elettriche.




Più di un terzo delle persone che hanno avuto un arresto cardiaco in pubblico e sono stati trattati con un AED è sopravvissuto. Si tratta di un miglioramento significativo rispetto alla media nazionale di circa l'8 per cento di sopravvivenza all'arresto cardiaco. In confronto, la sopravvivenza globale per casa che si verificano arresti cardiaci trattati con un DAE è stata del 12 per cento.

"Per migliorare l'esito deludente generale per le persone vivendo arresto cardiaco, si deve conoscere il miglior trattamento immediato", ha detto Susan Shurin, MD, direttore del National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI), parte del NIH e la importante agenzia di finanziamento di questo studio. "Questo studio fornisce dati ricchi che indicano la necessità di ulteriori prove per guidare la pratica clinica e la politica pubblica."

Lo studio si basa su dati provenienti da più grande registro dati al mondo di pre-arresto cardiaco extraospedaliero e traumi letali, che fa parte del Consorzio Rianimazione Outcomes (ROC). I ricercatori hanno raccolto i dati di arresto cardiaco per oltre 14.000 persone tra dicembre 2005 e aprile 2007. I dati attraversato oltre 200 agenzie EMS ed i loro ospedali di ricezione negli Stati Uniti e in Canada.

Tra i principali risultati sono stati che il 79 per cento degli arresti cardiaci documentati in alto traffico luoghi pubblici in cui erano disponibili e somministrato farmaci antiepilettici, come ad esempio aeroporti o uffici, erano VT o VF. Un AED può diagnosticare automaticamente un'aritmia e scuotere una vittima di arresto, se necessario. Al contrario, solo il 36 per cento degli arresti cardiaci casa in cui è stato applicato un AED erano VT/VF.

Precedenti studi hanno trovato che la casa a base di arresti cardiaci hanno tassi di sopravvivenza di gran lunga inferiori rispetto arresti che si verificano in luoghi pubblici. Questo studio ha trovato che solo un terzo degli arresti avvenuti nelle case sono stati testimoni, mentre più della metà di quelli in luoghi pubblici ha avuto testimoni che potrebbero immediatamente chiamare il 911 e fornire assistenza.

L'importanza di avere qualcuno che possa fornire o chiedere aiuto non esclude la possibilità che i tipi di arresti cardiaci che avvengono in casa possono essere diversi da quelli che si verificano in ambienti pubblici, o che quelli che si verificano in pubblico può essere più probabilità di essere efficacemente trattato con stimolazione elettrica.

Lo studio ha osservato che questo contrasto significativo in prevalenza potrebbe essere dovuto al fatto che gli individui che passano più tempo in luoghi pubblici tipicamente sono più giovani, più attivi, e hanno meno malattie croniche, predisponendoli quindi ad una diversa classe di arresto.

Tuttavia, secondo il dottor Shurin, è necessario lavorare di più per sapere se le differenze nei tassi di ritmi e di outcome sono dovute a differenze di fondo nella gravità della malattia o in quanto rapidamente responders fornire una terapia efficace.

"Questi risultati di sopravvivenza affermano il valore di mettere DAE in luoghi pubblici", ha detto Myron Weisfeldt, MD, un cardiologo presso la Johns Hopkins University di Baltimora e autore principale dello studio. "Anche se la frequenza complessiva di arresti VT/VF è diminuita nel corso degli ultimi decenni, sono ancora un fenomeno piuttosto comune in ambienti pubblici."

George Sopko, MD, ROC responsabile del progetto e direttore del programma di scompenso cardiaco del NHLBI e aritmie Branch, ha aggiunto che la sensibilizzazione del pubblico e l'educazione sono ancora importanti. La migliore possibilità di sopravvivere a un arresto cardiaco, ha osservato, comporta l'uso di farmaci antiepilettici in concomitanza con la rianimazione cardiopolmonare e subito chiamare aiuto medico.

ROC è stato finanziato nel 2004, con rinnovato il finanziamento nel 2010, per condurre una ricerca clinica sui trattamenti per lesioni pericolose per la vita traumatica o arresto cardiaco in ambienti del mondo reale, in genere in cui i pazienti collasso o sono gravemente ferito, prima di raggiungere l'ospedale. ROC è composto da 10 centri clinici regionali negli Stati Uniti e in Canada. Oltre a contribuire al database ROC, questi siti condurre molteplici prove interlaboratorio e gli studi volti ad ottimizzare le strategie di gestione di rianimazione di prima linea per migliorare i risultati dei pazienti.

Lo studio è stato sostenuto dal NHLBI in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke, la ricerca medica e Materiel Command dell'Esercito degli Stati Uniti, la Canadian Institutes of Health Research Institute di-circolatorio e respiratorio salute, ricerca e difesa Development Canada, l'americano Heart Association, e la Heart and Stroke Foundation of Canada.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha