Arresto insufficienza epatica da overdose painkiller comune

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Università di Adelaide ricercatori hanno identificato un passo fondamentale per il futuro della prevenzione di insufficienza epatica derivante da prendere troppo del paracetamolo antidolorifico quotidiana (anche conosciuto come il paracetamolo).

Pubblicato oggi negli Atti della National Academy of Sciences (PNAS), lo studio individua un bersaglio per nuove terapie per prevenire le conseguenze potenzialmente letali di overdose paracetamolo.

"Il paracetamolo è il più utilizzato over-the-counter farmaci antidolorifici", spiega Grigori Rychkov, Senior Research Fellow nella Scuola di Scienze Mediche dell'Università.




"Overdose di paracetamolo è la causa più comune di insufficienza epatica acuta e la principale causa di danni al fegato ha richiesto il trapianto nei paesi sviluppati. I meccanismi di tossicità epatica a causa di overdose di paracetamolo, invece, sono rimasti poco chiari."

È noto da tempo che overdose paracetamolo è associato a livelli tossici di calcio nelle cellule epatiche ma nessuno ha saputo calcio entra nelle cellule.

L'Università di Adelaide ricercatori hanno identificato un canale trasporto del calcio attraverso la membrana cellulare, che viene attivato da overdose di paracetamolo, noto come Transient Receptor Potential Melanostatine2 (TRPM2). Una volta attivato il canale, le cellule diventano sovraccaricati con il calcio, che porta alla morte cellulare. Se continua così e abbastanza cellule muoiono, può portare a insufficienza epatica.

La ricerca, condotta da dottorando Ehsan Kheradpezhouh, ha dimostrato in studi di laboratorio che, quando il canale TRPM2 mancava o bloccata, le cellule del fegato sono stati protetti da eventuali danni paracetamolo.

"Ora abbiamo un obiettivo potenziale farmaco per il trattamento overdose paracetamolo e forse alcuni altri avvelenamenti di fegato di danni", afferma il dottor Rychkov.

Attualmente overdose di paracetamolo può essere trattata efficacemente - ma solo se preso entro 18 ore.

"Se siamo in grado di bloccare il canale TRPM2 potremmo essere in grado di prevenire la tossicità o estendere questo lasso di tempo. Se siamo in grado di fermare l'assorbimento del calcio e la morte delle cellule, assegniamo il fegato una migliore possibilità di recupero e, si spera, impedendo completa insufficienza epatica ", spiega il dott Rychkov.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha