Arteria Temperature Identificare punti caldi placca che possono rompersi e Trigger Heart Attack

Maggio 23, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

DALLAS, 20 Aprile - Termografia, che misura la temperatura dei vasi sanguigni, può tenere potenziale come nuovo strumento per identificare i soggetti a rischio di un imminente attacco di cuore, secondo un rapporto in circolazione di oggi: Journal of American Heart Association.

Nello studio, gli scienziati hanno misurato la temperatura a siti selezionati il ​​rivestimento interno delle arterie coronarie di 90 persone. Hanno usato un minuscolo termometro attaccato alla punta di un catetere. Le variazioni di temperatura non sono stati rilevati in persone libere di aterosclerosi, le ostruzioni placca grassi carichi nelle arterie.

Altri ricercatori avevano precedentemente trovato aumenti di temperatura nel tessuto dalle arterie carotidi, che portano il sangue al cervello, dice Christodoulos Stefanadis, MD, autore principale dello studio.




"Questa è la prima volta, comunque, che la temperatura è stata misurata nel cuore o arterie coronarie di esseri umani viventi", dice Stefanadis, professore associato di cardiologia presso l'Università di Atene e direttore del laboratorio di cateterizzazione cardiaca e unità coronarica a Hippokration Hospital di Atene.

Gli attacchi di cuore più frequentemente si verificano quando un deposito di grasso-carico, noto come placca, rotture e innesca la formazione di coaguli di sangue che bloccano il flusso di sangue al cuore. Analogamente, placca rotture nella arteria che porta il sangue al cervello può causare ictus.

Poiché la temperatura è stata misurata prima si sono verificati gli attacchi di cuore, lo studio suggerisce che l'aumento della temperatura può precedere la rottura.

Secondo Valentin Fuster, MD, Ph.D., presidente della American Heart Association, "Tecniche come la termografia in grado di identificare la placca vulnerabile - uno che può rompersi e causare un attacco di cuore - possono essere utilizzati in futuro come . un modo per aiutare i medici a prevedere che gli individui hanno più probabilità di avere un attacco di cuore La tecnologia si inserisce in un numero crescente di metodi - invasiva e non invasiva - in fase di sviluppo che si basa sulla nuova conoscenza che la rottura della placca è uno dei principali trigger di un attacco di cuore. "

Altri metodi simili sono ecografia intravascolare e la risonanza magnetica.

Misurare la temperatura del cuore potrebbe rivelarsi utile anche per condizioni come miocardite, una infiammazione del muscolo cardiaco, e aortite, un'infiammazione della grande arteria che trasporta il sangue dal cuore diagnosi, i ricercatori suggeriscono. La tecnica potrebbe anche essere utile per predire quali arterie placca-ostruito, già aperte da angioplastica a palloncino, hanno un alto rischio di restringere ancora. Un termometro cuore potrebbe anche essere utilizzato per monitorare gli effetti di antibiotici o altri farmaci.

I ricercatori hanno intrapreso lo studio a causa di una crescente evidenza che le infezioni batteriche e infiammazioni possono svolgere un ruolo significativo nello sviluppo di aterosclerosi. Aumenti di temperatura potrebbero fornire un metodo semplice per rilevare infezioni o infiammazioni.

"Secondo la teoria di infiammazione come fattore nello sviluppo di aterosclerosi, aumento locale della temperatura può essere rilevato in placche" dice Stefanadis. "La nostra ricerca di supporti, ma non prova, la teoria che l'infezione batterica è un fattore che contribuisce allo sviluppo della placca aterosclerotica."

Lo studio ha coinvolto 90 pazienti, sottoposti a esami di cateterismo delle loro arterie del cuore. Quarantacinque sono stati esaminati a causa di problemi di cuore, valvole o dolore al petto, ma sono risultati privi di aterosclerosi. Servivano come gruppo di controllo dello studio.

Quindici pazienti avevano angina stabile, o dolore al petto causato dalla formazione di placche che riducono il flusso di sangue al cuore; 15 avevano angina instabile, in cui gli attacchi di dolore toracico progressivamente aumentano di intensità e non possono essere ridotti da farmaci; e 15 avevano subito un attacco di cuore e sono stati esaminati entro sei ore dalla comparsa di dolore toracico.

Cinque letture di temperatura sono state effettuate in punti lungo un tratto di parete arteriosa sana. Nelle persone con le arterie aterosclerotiche, i ricercatori hanno anche preso cinque letture in siti sulla targa.

Le temperature erano essenzialmente gli stessi ovunque misurata nelle pareti delle arterie di persone libere di malattie cardiache - una media di 0,65 ° C sopra la temperatura orale. Nei pazienti con angina stabile, angina instabile, e un attacco cardiaco acuto, le temperature delle loro targhe erano notevolmente superiori rispetto alle temperature uniformi loro pareti delle arterie sane.

Le differenze di temperatura tra arterie sane e aterosclerotiche aumentavano con la gravità della diagnosi. Le placche di pazienti con angina stabile media 0.190 ° C sopra la temperatura nella loro non affetti, arterie sane. L'aumento della temperatura media per quelli con angina instabile era 1,23 ° C e 2,65 ° C per le persone che avevano appena subito un attacco di cuore.

Inoltre, le placche stesse hanno mostrato variazioni di temperatura ai cinque siti misurati. La più grande differenza di temperatura placca site-to-site si è verificato tra i pazienti colpiti da attacco cardiaco, seguiti da quelli con angina instabile e quelli con angina stabile.

Nessuna correlazione è stata trovata tra la quantità di restringimento dei vasi sanguigni e la temperatura delle placche. "Questo spiega l'osservazione che il diametro interno del vaso sanguigno non è critica - i vasi sanguigni, sia larghi e stretti potrebbero portare ad attacchi cardiaci acuti", dice Stefanadis. "Pertanto, la rilevazione della temperatura fornisce informazioni utili in tutte le aree del vaso sanguigno."

I livelli di proteina C-reattiva, un forte indizio di infezione, aumentato le temperature di placca è aumentato. "La correlazione tra la proteina C-reattiva e aumento della temperatura nelle placche coronariche supporta la teoria che la temperatura è dovuta a un'infiammazione acuta", dice Stefanadis.

Co-autori sono Leonidas Diamantopoulos, M.D .; Charalambos Vlachopoulos, M.D .; Eleftherios Tsiamis, M.D .; John Dernellis, M.D .; Konstantinos Toutouzas, M.D .; Elli Stefanadi, M.S .; e Pavlos Toutouzas, M.D.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha