Arterie del cuore intasato può prefigurare ictus

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I blocchi nelle arterie del cuore potrebbe significare che sei più probabilità di avere un ictus, anche se sei considerato a basso rischio, secondo la ricerca sulla rivista Stroke dell'American Heart Association.

"Questo studio dimostra che il rischio di ictus è strettamente allineata con aterosclerosi coronarica, mostrando la natura strettamente correlata di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari," ha dichiarato Dirk M. Hermann, MD, investigatore principale dello studio e professore di neurologia vascolare e la demenza presso l'University Hospital Essen in Germania.

"Questo solleva la necessità di sforzi interdisciplinari intensificati per creare strategie di prevenzione e gestione delle malattie adeguate."




Nello studio, i ricercatori hanno utilizzato il fascio-tomografia computerizzata elettrone non invasiva, una variazione del TAC tradizionale, per determinare la quantità di placca aveva costruito nelle arterie coronarie dei 4180 pazienti che non avevano precedenti ictus o attacchi di cuore. I pazienti, uomini e donne 45-75 anni, sono stati seguiti per circa otto anni.

Durante lo studio, si sono verificati 92 ictus.

I blocchi, causati da calcificazione dell'arteria coronarica (CAC), erano significativamente più alti in coloro che hanno avuto un ictus rispetto a quelli che non hanno. Coloro che avevano livelli CAC di più di 400 unità Hounsfield (HU), una misura di densità, erano tre volte più probabilità di avere un ictus rispetto a quelli con livelli inferiori a 399 CAC HU.

Misure CAC erano più potenti nel predire ictus nei pazienti più giovani di 65 e quelli a basso rischio per le malattie cardiovascolari, i ricercatori hanno detto.

Livelli di CAC erano un predittore accurato di ictus negli uomini e nelle donne, indipendentemente dal fatto che i pazienti soffrivano di fibrillazione atriale, una forma di battito cardiaco irregolare, spesso associata a ictus.

"Non solo la fibrillazione atriale, ma anche CAC deve essere preso in considerazione come indicatore di rischio di eventi ictus", ha detto Hermann.

Pazienti di studio che hanno subito un ictus sono stati circa 65 anni, ha avuto un indice di massa corporea più elevato e sono stati più probabilità di avere la pressione alta, diabete e colesterolo alto. Anche se lo studio è stato condotto in Germania, Hermann detto che i risultati tra i partecipanti di mezza età è probabile generalizzabili agli americani nello stesso gruppo di età.

Co-ricercatori principali erano R. Erbel, M.D .; K. H. Jцckel, Ph.D .; e S. Moebus, Ph.D. Autore informativa sono sul manoscritto.

La Fondazione Heinz Nixdorf, Ministero tedesco dell'Istruzione e della Scienza e tedesco Research Foundation ha finanziato lo studio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha