Artificiali cicli luce-buio Expose orologi circadiani in contrasto con l'altro

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quando il jet lag o spesso cambiano i turni di lavoro fanno sentire fuori sincrono, probabilmente non è la vostra immaginazione.

New ricerca guidato da University of Washington biologo dimostra che vi sono almeno due orologi circadiani nel cervello mammifero, uno che si attacca strettamente ad una tabella interna e un'altra che può essere alterato da influenze esterne come luce e buio.

In genere i due orologi sono sincronizzati in modo che diverse funzioni fisiche sono in sintonia con l'altro, ha detto Horacio de la Iglesia, un UW assistente professore di biologia. Ma fare un lungo viaggio in aereo o passare il programma di lavoro a 8-to-5 per iniziare a mezzanotte e le cose possono ottenere fuori ordine.




"Quando sei in viaggio per l'Europa, il ciclo di riposo-attività sarà regolare in tempi relativamente brevi. In due o tre giorni probabilmente sarete dormire quando è buio", ha detto de la Iglesia. "Ma la temperatura o ormone a rilascio cicli potrebbero essere ancora in tempo Seattle, che colpisce per esempio quanto bene si dorme."

Un po 'di tessuto cerebrale chiamata nucleo soprachiasmatico, un pacemaker quotidiano che regola i ritmi come il sonno e la veglia, ha migliaia di cellule chiamate neuroni con attività circadiani sincronizzati. Ma i neuroni nel nucleo possono essere raggruppati in almeno due orologi secondari che possono diventare scollegati l'uno dall'altro quando esposti ad artificiali cicli giorno-notte.

Per lo studio, un gruppo di ratti è stato esposto a creare artificialmente giorni 22 ore, con 11 ore ogni di luce e buio. Con i abbreviato giorni 22 ore, i ricercatori hanno scoperto che ciò che normalmente è l'attività diurna ha cominciato ad espandersi in ore notturne artificiali, e che ha permesso loro di guardare l'interazione di due geni in orologi cervello dei ratti. Un gene, chiamato Per1, è attivo durante il giorno e l'altro, Bmal1, è attivo durante la notte.

Gli scienziati hanno scoperto che quando un topo si è comportato come previsto, il suo nucleo soprachiasmatico conteneva Per1 durante i periodi di luce e Bmal1 durante scuro. Ma quando il comportamento di giorno ha iniziato alla deriva in ore "notte", si è scoperto che entrambi i geni erano attive allo stesso tempo, Per1 in circa la metà superiore del nucleo e Bmal1 in circa la metà inferiore. Ciò significa che la metà superiore principale dell'orologio circadiano del cervello può mostrare un ciclo di quasi 25 ore, che è normale per un topo, mentre la metà inferiore regola in base ai segnali esterni come luce e buio.

L'opera è dettagliata in un articolo pubblicato all'inizio di questo mese sulla rivista Current Biology. Oltre de la Iglesia, autori William Schwartz della University of Massachusetts Medical School e Trinitat Cambras e Antoni Dнez-Noguera, entrambi dell'Università di Barcellona in Spagna.

Il lavoro aggiunge ad una comprensione crescente che il corpo contiene una complessa rete di oscillatori che regolano i ritmi del corpo, inclusi oscillatori periferici, o "slave" in organi quali il fegato e polmoni. A sua volta, tale ricerca potrebbe portare a una cura per il jet lag, o offrire aiuto per i lavoratori del turno di giorno passano a una pianificazione a mezzanotte, quando si può richiedere diversi giorni della nuova routine prima che il corpo smette di esercitare un forte bisogno di dormire, de la Iglesia ha detto.

"Molte delle persone che lavorano su turni di lavoro sono desynchronized internamente. Hanno un ciclo riposo-attività che è fuori sincrono con il resto del loro ciclo, e alcuni non possono far fronte a questo", ha detto. "La stessa cosa accade per i piloti che sono costantemente in viaggio attraverso i fusi orari."

Ci sono state prove precedenti che i ritmi umani possono essere gettati fuori da stimoli esterni, de la Iglesia ha detto. Ad esempio, le persone in isolamento - forse speleologi trascorso due settimane in una caverna buia - tipicamente credono sono stati isolati per un tempo molto più breve di quello che realmente sono stati. Questo perché, mancando i soliti spunti di tempo, gli orologi interni del corpo iniziare a pedalare a ritmi diversi, uno in esecuzione con il periodo umano normale e uno con un periodo molto più lungo che fa 33 ore si sentono come un giorno.

"Pensiamo che il fenomeno potrebbe avere una base neurale all'interno circadiano sé l'orologio del cervello", ha detto.

(0)
(0)
Articolo precedente Alpha Dog Training Bruno
Articolo successivo I vantaggi di Email Marketing

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha