Artrite reumatoide farmaco legato a gravi infezioni e tumori

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova meta-analisi di molti studi precedenti di TNF (fattore di necrosi tumorale) che bloccano gli anticorpi per il trattamento dell'artrite reumatoide ha confermato un aumento del rischio precedentemente scoperto per infezioni gravi e ha scoperto che il cancro è anche un rischio potenziale associato ai farmaci.

"Questo studio mostra una forte associazione tra il trattamento con anticorpi che bloccano il TNF e lo sviluppo di infezioni gravi, come la polmonite, e tumori", spiega Eric Matteson, MD, Mayo Clinic reumatologo e un investigatore senior studio. "E 'un problema molto serio. Gli anticorpi anti-TNF sono efficaci per il trattamento per l'artrite reumatoide e patologie correlate, ma i pazienti e gli operatori sanitari devono sapere che c'è un aumento del rischio di queste complicazioni e essere attenti a loro."

Più di mezzo milione di pazienti hanno ricevuto la terapia con anticorpi che bloccano il TNF. I pazienti trattati con questi farmaci di solito non hanno avuto risultati favorevoli con altri trattamenti farmacologici per l'artrite reumatoide o ha una malattia più grave, secondo il dottor Matteson. I farmaci vengono anche utilizzati per il trattamento della psoriasi, malattia di Crohn e altre condizioni.




Lo studio ha coinvolto una ricerca sistematica della letteratura per le prove di anticorpi anti-TNF per l'artrite reumatoide. Inoltre, i ricercatori hanno cercato tali prove nei database astratte delle riunioni scientifiche della American College of Rheumatology e EULAR a dicembre 2005 e hanno condotto interviste con i produttori di due anticorpi anti-TNF licenza, infliximab e adalimumab . I ricercatori hanno scoperto nove studi che hanno incontrato i criteri di inclusione, tra cui 3493 pazienti che hanno ricevuto anticorpi anti-TNF e 1.512 pazienti che hanno ricevuto placebo. Si sono riuniti tutti i dati relativi alle infezioni gravi e tumori maligni nei partecipanti degli studi. Collettivamente, utilizzando vari tipi di analisi, i ricercatori hanno trovato che quelli trattati con anticorpi che bloccano il TNF avevano 3,3 volte il rischio di sviluppare il cancro rispetto a quelli trattati con placebo, e 2,2 volte il rischio di infezioni gravi. Tumori erano molto più comuni nei pazienti trattati con alte dosi di anticorpi inibitori del TNF.

Dr. Matteson spiega che gli anticorpi anti-TNF possono essere collegati ad un aumentato rischio di infezioni e neoplasie perché i farmaci interferiscono con i meccanismi immunologici cruciali per combattere le infezioni e la funzione normale del corpo in sé rilievo per le cellule cancerose.

I pazienti a rischio si impegnano quando ricevono un trattamento di anticorpi-TNF è "moderata", secondo il dottor Matteson. Egli spiega che, in media, i pazienti affetti da artrite reumatoide sono già a due volte il rischio di infezioni gravi, come gli altri, e che l'assunzione di anticorpi anti-TNF aumenta questo rischio.

La decisione se avere terapia con anticorpi del TNF per l'artrite reumatoide deve essere fatta da ogni paziente e medico, secondo il dottor Matteson. Egli continua a utilizzare questa terapia per alcuni pazienti, dice.

"La maggior parte dei pazienti idonei per questa terapia non hanno altre opzioni buone", dice. "Anticorpi anti-TNF sono assolutamente il farmaco migliore per molti pazienti. Essi hanno rivoluzionato il nostro modo di trattare l'artrite reumatoide, soprattutto nei pazienti che non rispondono alle terapie convenzionali. Così, non sto cercando di sbarazzarsi di questa terapia. I voglio vederlo utilizzato in modo sicuro. "

Dr. Matteson incoraggia vivamente i pazienti che vengono prescritti gli anticorpi anti-TNF per l'artrite reumatoide ad essere particolarmente attenti a sintomi di infezione, per ottenere le loro vaccinazioni, e di sottoporsi a screening per il cancro appropriato per la loro età e sesso.

Tim Bongartz, MD, Mayo Clinic di ricerca reumatologia collega che ha condotto lo studio, avverte che questo studio non era una finale, analisi globale dei rischi e dei benefici per gli anticorpi inibitori del TNF.

"Anche se abbiamo rilevato un aumento delle neoplasie e le infezioni gravi, non significa che nel complesso i rischi superano i benefici per i pazienti," dice. "La breve durata dei processi inclusi nella nostra analisi non permette alcuna conclusione circa i rischi a lungo termine del trattamento di anticorpi-TNF nell'artrite reumatoide. Può risultare che l'effetto benefico sostenuto di questi farmaci sulla mobilità dei pazienti e la salute generale sarà avere un notevole impatto positivo sulla sopravvivenza globale dei pazienti ".

I ricercatori auspicano il metodo di analisi univoco utilizzato in questo studio può essere utilizzato in futuro per cercare rare, eventi negativi durante il corso di studi di nuovi farmaci, in modo che il pubblico può essere avvisato di eventuali rischi quando il farmaco viene sul mercato .

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha