Asintomatici placca carotidea meccanismi di guarigione Osservato

Agosto 20, 2015 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) hanno osservato una RM non invasiva (MRI) un meccanismo di guarigione per la rottura della placca, un evento potenzialmente pericolosa per la vita nel sistema cardiovascolare che può portare a un attacco di cuore fatale o ictus debilitante.

La prematura scomparsa del noto giornalista televisivo Tim Russert, era dovuta alla rottura improvvisa di una placca vulnerabile in una posizione critica in una arteria coronaria. Questo studio, che è stato pubblicato nel numero di settembre 2 di circolazione, dimostra che non tutti rottura della placca sono sintomatici.

Placca aterosclerotica si sviluppa spesso in punti filiali o curve porzioni lungo arterie extracraniche e intracraniche dove il flusso di sangue è rallentata e più turbolenti. Questo è comune nelle arterie carotidi, arterie che forniscono la testa e il collo con il sangue ossigenato.




I ricercatori del rapporto BUSM che un paziente con gravi blocchi in entrambe le arterie carotidi destra e sinistra è stata esaminata prima di operazioni per rimuovere la placca. Due mesi dopo la rimozione della placca carotidea sinistra, il paziente sperimentato rottura della placca nella carotide destra senza mostrare alcun sintomo. Un colpo potenzialmente mortale non si è verificato perché il coagulo di sangue non è cresciuto abbastanza per bloccare il flusso di sangue al cervello.

"Questo dimostra la guarigione delle ulcere silenziosa aterosclerotica, che è un tipo specifico di rottura rilevato da risonanza magnetica per un periodo di due mesi", spiega il leader del progetto, James Hamilton, PhD, professore di biofisica e fisiologia BUSM. "Questo non è stato segnalato in precedenza. In passato c'era stato prove di placche rimosse dalla carotide e dell'arteria coronaria umana attraverso campioni post-mortem che i piccoli rottura della placca possono verificarsi senza preavviso."

Hamilton e il suo collaboratore Alik Farber, MD, professore associato di chirurgia presso BUSM e capo di chirurgia vascolare e endovascolare al Boston Medical Center, ha sottolineato che queste emorragie 'scompaiono' nelle placche, ma rendono la placca più vulnerabili alla rottura futuro.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha