Associazione emotivo di ricordi cambiato dai ricercatori

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alterare le connessioni in grado di trasformare una memoria negativa in una positiva, Tonegawa ei suoi colleghi del MIT riportano nel 28 agosto 2014, numero della rivista Nature.

"Ci sono alcune prove da pyschotherapy che ricordo positivo può sopprimere i ricordi di un'esperienza negativa", spiega Tonegawa, riferendosi a trattamenti che riducono la depressione clinica aiutando i pazienti ricordano ricordi positivi. "Abbiamo mostrato come la valenza emotiva dei ricordi può essere attivato a livello cellulare."




Gli episodi e gli eventi che viviamo diventiamo intimamente associati con emozione come sono archiviati come ricordi nel cervello. Richiamo di una vacanza preferita può evocare piacere per gli anni a venire, mentre la paura che accompagna il ricordo di assalto può causare una vittima di non tornare sulla scena del delitto. Tonegawa spiega che le informazioni contestuali su questi eventi - dove e quando sono avvenute - è registrati nell'ippocampo del cervello, mentre la componente emotiva della memoria viene memorizzato separatamente, in una regione del cervello chiamata amigdala. "L'amigdala può memorizzare le informazioni sia con una valenza positiva o negativa, e associarlo a una memoria", spiega Tonegawa.

L'anno scorso, Tonegawa ei suoi colleghi hanno riferito che attivando artificialmente il piccolo insieme di cellule che immagazzinata una memoria specifica in un topo, si potrebbe creare una nuova, falsa memoria. In questo studio, la squadra fatto che le celle memorizzate una memoria di un ambiente sicuro sensibile alla luce, in modo da poter essere manipolate dai ricercatori. Accensione quelle cellule, mentre sottoponendo l'animale a una leggera scossa in un nuovo ambiente causato il mouse per temere l'ambiente originale, anche se non aveva avuto esperienze spiacevoli lì.

In questi esperimenti, gli scienziati avevano fatto i topi ad associare un ambiente neutro, con la paura. Ora Tonegawa ei suoi colleghi hanno voluto vedere se riusciva a modificare una memoria che è stata già associata con emozione. Una volta che un animale aveva sviluppato la paura di un luogo, può la memoria di quel luogo essere piacevole, invece?

Per scoprirlo, gli scienziati hanno cominciato mettendo topi maschi in una camera che ha consegnato una leggera scossa. Come il mouse formato di memoria di questo luogo pericoloso, la squadra di Tonegawa utilizzato un metodo che aveva precedentemente sviluppato per introdurre una proteina sensibile alla luce nelle cellule che memorizzate le informazioni. Collegando la produzione della proteina fotosensibile per l'attivazione di un gene che viene attivato come memorie sono codificati, che mira luce sensibilità alle cellule che memorizzati nella memoria neoformato.

I topi sono stati rimossi dalla camera e pochi giorni dopo, gli scienziati riattivati ​​artificialmente la memoria brilla una luce nelle celle che tengono la memoria del luogo originale. Gli animali hanno risposto bloccando le loro esplorazioni e il congelamento in atto, indicando avevano paura.

Ora gli scienziati hanno voluto vedere se potevano sovrascrivere la paura e dare i topi associazioni positive alla camera, nonostante la loro esperienza negativa lì. Così hanno messo i topi in un nuovo ambiente, dove invece di uno shock hanno avuto l'opportunità di interagire con i topi di sesso femminile. Come hanno fatto in modo, i ricercatori hanno attivato la loro memoria memorizzare neuroni paura con la luce. Gli scienziati attivati ​​solo un sottoinsieme di neuroni memoria memorizzare in un momento - sia quelli nell'ippocampo-memorizzazione contesto o quelli nell'amigdala-emozione memorizzazione. Essi poi testato l'associazione emotiva della memoria della camera originale dando topi la possibilità di allontanarsi da un ambiente in cui la memoria è stata artificialmente attivato.

Riattivare la componente amigdala della memoria, mentre i topi maschi ha avuto la piacevole esperienza di interagire con le femmine non è riuscito a modificare la risposta di paura guidato da quei neuroni dell'amigdala. Di conseguenza, i topi conservato la loro paura. Quando i ricercatori riattivati ​​le celle di memoria ad accumulo nell'ippocampo, mentre i topi interagito con le femmine, tuttavia, le celle di memoria nell'ippocampo acquisito una nuova associazione emozionale. Ora i topi cercato ambienti che hanno attivato la memoria.

"Così l'animale ha acquisito una memoria piacere", spiega Tonegawa. "Ma quello che è successo alla memoria paura originale? E 'ancora lì o è andato?" Quando hanno messo gli animali di nuovo nella camera originale, dove avevano vissuto lo shock sgradevole, gli animali hanno mostrato meno paura e più comportamenti esplorativi e ricompensa-seeking. "La memoria paura originale è significativamente cambiato" Tonegawa conclude.

I ricercatori hanno avuto risultati simili in esperimenti in cui hanno cambiato l'emozione di un ricordo nella direzione opposta - permettendo topi di sviluppare prima un ricordo piacevole della camera, quindi attivando artificialmente le celle di memoria, la memorizzazione e l'ippocampo, mentre gli animali hanno sperimentato uno shock . In questi topi, la risposta piacevoli collegato alle celle di memoria ippocampali è stata sostituita con una risposta di paura.

Gli esperimenti indicano che le cellule che contengono i componenti contestuali di una memoria formano connessioni impermanenti o malleabile ai componenti emotive di quella memoria. Tonegawa spiega che mentre un singolo insieme di neuroni nell'ippocampo memorizza le informazioni contestuali su una memoria, vi sono due serie distinte di neuroni nell'amigdala al quale possono collegare: un insieme responsabili ricordo positivo, l'altro responsabile della memoria negative. Circuiti collegano le cellule ippocampali a ciascuno dei due popolazioni di cellule nell'amigdala. "C'è una concorrenza tra questi circuiti che determina il valore emotivo generale e la direzione [positiva o negativa] di una memoria", spiega Tonegawa.

In una News & Views articolo di accompagnamento in Nature, Tomonori Takeuchi e Richard GM Morris dell'Università di Edimburgo, lo stato, "Cosa c'è di così interessante di questo studio è che le rappresentazioni di memoria associati a un luogo vengono sezionati nelle loro componenti di rete e, piuttosto che ri-esporre gli animali a situazione di formazione per ottenere un cambiamento, luce è utilizzato per riattivare selettivamente la rappresentazione della componente 'dove' di memoria e quindi modificare la 'cosa' associazione ".

Tonegawa sottolinea che il loro successo nel passaggio l'emozione di una memoria nei topi non si traduce per una terapia immediata per i pazienti. Non vi è la tecnologia esistente per manipolare i neuroni nelle persone come hanno fatto nei loro esperimenti del mouse. Tuttavia, dice, i risultati suggeriscono che i circuiti neurali che collegano l'ippocampo e l'amigdala potrebbero essere mirate per lo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di malattie mentali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha