Assunzione di soia associato ad una minore recidiva di cancro al seno in tumori ormono-sensibili

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Post-menopausa pazienti con carcinoma mammario con tumori ormono-sensibili che hanno consumato grandi quantità di isoflavoni della soia hanno avuto un minor rischio di recidiva, ha trovato uno studio pubblicato su CMAJ (Canadian Medical Association Journal).

Gli isoflavoni della soia sono simili agli estrogeni nella struttura chimica e possono stimolare o inibire l'azione estrogeno-simile nei tessuti. Il consumo di isoflavoni di soia, che si trova nei semi di soia e prodotti di soia, è aumentata negli ultimi anni e ci sono preoccupazioni circa l'effetto del consumo di soia in donne con carcinoma mammario positivo estrogeni e progesterone recettore come la crescita tumorale dipende estrogeni.

Lo studio, da ricercatori del Cancer Hospital di Harbin Medical University, Harbin, Cina, ha coinvolto 524 donne che hanno avuto un intervento chirurgico per il tumore al seno e sono stati seguiti successivamente per un periodo da cinque a sei anni. Da poco si sa circa gli effetti degli isoflavoni di soia su pazienti con carcinoma mammario in terapia endocrina adiuvante, i ricercatori hanno cercato di capire il suo impatto in questi pazienti.




"Rispetto ai pazienti in postmenopausa nel quartile più basso di assunzione di isoflavoni di soia (meno di 15,2 mg/die), quelli nel quartile più alto (più di 42,3 mg/giorno) avevano un rischio significativamente più basso di recidiva", scrive il dottor Zhang Qingyan con coautori.

"Il tasso di recidiva di cancro al seno positivo estrogeno e progesterone- era inferiore del 12,9% tra i pazienti nel quartile più alto di assunzione di isoflavoni di soia rispetto a quelli nel quartile più basso ed è stato inferiore del 18,7% per i pazienti trattati con anastrozolo nel quartile più alto," essi affermano.

Tuttavia, non vi è stato alcun effetto sulla sopravvivenza globale nelle donne in post-menopausa e nessuna associazione tra assunzione di soia e la sopravvivenza nelle donne in premenopausa.

Gli autori concludono che, mentre questo dato è potenzialmente importante per quanto riguarda l'assunzione di soia, sono necessari ampi studi clinici multicentrici di fornire più dati.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha