Attaccare Melanoma in modo innovativo

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un farmaco sperimentale che attacca il cancro in un modo completamente nuovo ha mostrato risultati promettenti nel trattamento del melanoma avanzato, ritardando la progressione della malattia e prolungare la vita dei pazienti.

Una nuova ricerca presentata 26 settembre in occasione della Conferenza europea sul cancro di Barcellona ha scoperto che dare il nuovo farmaco in aggiunta alla chemioterapia più che raddoppiato la quantità di tempo che i pazienti sopravvissuti senza progressione del loro cancro.

Lo studio, secondo il dottor Anthony Williams, vice presidente della ricerca clinica presso Synta Pharmaceuticals Corp. a Lexington, Massachusetts, Stati Uniti d'America, inclusi 81 pazienti con melanoma metastatico. Di questi, 28 hanno ricevuto il trattamento con il farmaco chemioterapico paclitaxel da solo e 53 hanno ricevuto paclitaxel più il nuovo farmaco, STA-4783.




"La sopravvivenza libera da progressione mediana è stata di 1,8 mesi nel gruppo che ha ottenuto la sola chemioterapia, ma 3,7 mesi nel gruppo che ha ottenuto la combinazione", ha detto Williams. "Questo raddoppio nella sopravvivenza libera da progressione è impressionante per questo tipo di tumore, e il risultato è stato raggiunto senza sostanziali tossicità supplementare."

Ha aggiunto:.. "La sopravvivenza libera da progressione è stata legata al miglioramento della sopravvivenza globale pazienti in terapia combinata sperimentale sono sopravvissuti in media per 12 mesi dopo la diagnosi, mentre quelli che ottengono solo paclitaxel sopravvissuto in media 7,8 mesi Questa è la prima volta un miglioramento sopravvivenza è stato visto in uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato multicentrico per il melanoma metastatico. "

Il farmaco è il primo di una nuova classe chiamata induttori di stress ossidativo. Funziona aumentando la quantità di specie reattive dell'ossigeno (ROS), come il perossido di idrogeno e superossido, nelle cellule. Quando il livello supera la capacità antiossidante delle cellule, le cellule sono in uno stato di stress ossidativo. Tutte le cellule hanno qualche basso livello di ROS, ma le cellule tumorali funzionano naturalmente con un livello superiore di ROS e stress ossidativo rispetto alle cellule normali. Tuttavia, troppo stress ossidativo per troppo tempo provoca la morte delle cellule. STA-4783 uccide solo le cellule tumorali, perché lo stress supplementare istituito spinge le cellule tumorali, ma non le cellule sane, sopra la soglia critica. Il melanoma è uno dei diversi tipi di cancro che sono noti per funzionare a un livello di stress ossidativo.

Il concetto di cellule tumorali operare a un livello di stress ossidativo delle cellule normali è stato intorno per molti anni. Tuttavia, è solo di recente diventando una maggiore focalizzazione di attenzione in campo oncologico.

Il melanoma metastatico, in cui il cancro della pelle è diffuso ad altre parti del corpo, è difficile da trattare. Le attuali terapie o hanno un potere limitato o sono altamente tossici. La sopravvivenza media dei pazienti con diagnosi di melanoma avanzato è di circa sei mesi.

Lo studio ha inoltre indicato che STA-4783 potrebbe aumentare l'efficienza di farmaci chemioterapici che inducono la morte delle cellule, o apoptosi, perché sembra di abbassare l'ostacolo per l'attivazione di questo processo, ha detto Williams.

"Questi risultati sono incoraggianti, non solo a causa dei risultati in sé, ma anche perché ci sono così poche opzioni di trattamento per i pazienti. Crediamo STA-4783 ha il potenziale per migliorare la sopravvivenza, con un profilo di effetti collaterali gestibili", ha detto.

"Crediamo inoltre non c'è niente di unico melanoma metastatico e che lo stress ossidativo ha il potenziale per essere una nuova classe di trattamento del cancro che potrebbe avere applicazioni in altri tipi di cancro", ha aggiunto Williams.

Uno studio più ampio di STA-4783 in pazienti con melanoma in tutta Europa è in corso di indagare ulteriormente il potenziale del farmaco. Synta, sviluppatore del farmaco, ha finanziato lo studio presentato al ECCO.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha