Attività antitumorale Di Nutlin-3 nel neuroblastoma con Wild-tipo P53

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'inibitore piccola molecola nutlin-3 può essere una valida opzione di trattamento per i pazienti con neuroblastoma wild-type p53 attività, secondo un nuovo studio pubblicato online 10 novembre sul Journal of National Cancer Institute.

In questo studio nei topi, Tom Van Maerken, MD, Centro di Genetica Medica, Ghent University Hospital in Belgio, e colleghi hanno valutato l'efficacia antitumorale di nutlin-3, un antagonista potente e selettivo dell'interazione p53-MDM2.

I ricercatori hanno trovato che nutlin-3 attiva il pathway p53 e sopprime la crescita tumorale nei modelli murini di neuroblastoma chemioresistente, a condizione che wild-type p53 è presente. (Il neuroblastoma è un tumore infantile che spesso ha una prognosi sfavorevole). La somministrazione orale di nutlin-3 come agente singolo riduce la crescita del tumore e delle metastasi.




"Questi risultati supportano l'avvio di studi clinici di antagonisti MDM2 selettivi per il trattamento di stadio avanzato e neuroblastoma chemioresistente," scrivono gli autori.

In un editoriale di accompagnamento, Eugene Kim, MD, e Jason Shohet, MD, Ph.D., del Baylor College of Medicine di Houston, rivedere il ruolo di MDM2 e ARF nel sopprimere p53 durante neuroblastoma patogenesi e la sensibilità di questo tumore Inibizione MDM2. Essi suggeriscono che il prossimo passo è quello di testare agenti che p53 "ri-activate" in neuroblastoma ad alto rischio inibendo MDM2 in sperimentazione umana.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha