Attività nelle reti cerebrali legate alle caratteristiche della depressione

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Individui depressi con una tendenza a rimuginare su pensieri negativi, cioè di pensare più volte su particolari pensieri o ricordi negativi, mostrano diversi pattern di attivazione cerebrale di rete rispetto ai soggetti sani, gli scienziati relazione di un nuovo studio in Biological Psychiatry.

Il rischio per la depressione aumenta in individui con una tendenza verso riflessioni negative, ma i modelli di memoria autobiografica può essere predittivo di depressione.

Quando è stato chiesto di ricordare eventi specifici, alcuni individui hanno la tendenza a ricordare più ampie categorie di eventi invece di eventi specifici. Questo è definito memoria overgeneral e, come quelli che tendono a ruminare, questi individui hanno anche un rischio maggiore di sviluppare la depressione.




Queste attività autoreferenziali impegnano una rete di regioni cerebrali chiamate la rete modalità di default, o DMN. Precedenti studi utilizzando tecniche di imaging hanno già dimostrato che il DMN attiva anomalo in individui con depressione, ma il rapporto tra attività DMN e elucubrazioni depressivi non era chiaro.

In questo nuovo rapporto, il dottor Shuqiao Yao di Central South University in Hunan, Cina e colleghi hanno valutato DMN connettività funzionale in giovani adulti non trattati vivendo il loro primo episodio di depressione maggiore e volontari sani. Ogni partecipante ha subito una scansione del cervello e completato i test per misurare il loro livello di ruminazione e della memoria overgeneral.

Come previsto, i pazienti depressi mostravano livelli più elevati di ruminazione e della memoria overgeneral che ha fatto i soggetti di controllo. Essi hanno osservato anche aumentato connettività funzionale nelle regioni della corteccia mediale anteriore e diminuzione connettività funzionale nelle regioni della corteccia mediale posteriori in pazienti depressi rispetto ai soggetti di controllo.

Tra i soggetti depressi, un modello interessante di dissociazione emerse. L'aumento della connettività in regioni anteriori era positivamente associato con ruminazione, mentre la connettività è diminuito nelle regioni posteriori è stata associata negativamente con la memoria overgeneral.

Dr. Yao ha commentato l'importanza di questi risultati: "In futuro, attività di rete a riposo-state nel cervello fornirà modelli utili per studiare le caratteristiche della rete di disfunzione cognitiva in psicopatologia."

"Come si scava più in profondità in studi di brain imaging, stiamo diventando sempre più interessati alle attività dei circuiti cerebrali, piuttosto che singole regioni del cervello", ha detto il dottor John Krystal, direttore di Biological Psychiatry. "Anche se si tratta di un processo più complicato, a studiare i circuiti cerebrali può fornire una maggiore comprensione dei sintomi, come elucubrazioni depressivi. Lo studio illustra bene come alterata attività in siti diversi all'interno di una rete cerebrale può essere collegato a diverse caratteristiche della depressione."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha